fbpx

La Bncr e l’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano a Ventotene

Arte, Cultura & Società

 

ROMA – Il Commissario straordinario del Governo per gli interventi di restauro e valorizzazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano a Ventotene, Silvia Costa, e il Direttore della Biblioteca nazionale centrale di Roma, Andrea De Pasquale, hanno sottoscritto nei giorni scorsi una Convenzione per sostenere e promuovere la storia dei diritti umani, della libertà politica, della sua repressione in particolare nel carcere di S. Stefano e nel confino di Ventotene, e la storia della nascita del pensiero europeo.
Il progetto si articola in due fasi: una prima relativa alla ricerca bibliografica e all’individuazione dei documenti significativi e una seconda di digitalizzazione, metadatazione e importazione nella teca digitale di tali documenti.
Lo scopo finale è la realizzazione di un portale unico di accesso ai contenuti digitalizzati attraverso la teca digitale della Biblioteca.
D’altronde, la BNCR ha realizzato una Teca Digitale per la gestione di diverse tipologie di documenti ed è tuttora in corso lo sviluppo di specifiche funzionalità che l’inserimento di ulteriori tipologie di materiali.
Attualmente la Teca Digitale contiene circa 17 milioni di immagini e può essere definita uno dei più importanti canali digitali di accesso alle informazioni e ai documenti.
La Biblioteca nazionale centrale di Roma ha già stipulato numerose convenzioni con altri Enti e Istituti culturali al fine di accrescere il patrimonio digitale contenuto nella Teca e renderlo accessibile ad un numero sempre maggiore di studiosi. (aise) 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE