fbpx

Covid 19: ritorna in campo il Cavallo di Troia

Ambiente & Salute

I vaccini: cosa sono, come si costruiscono, come agiscono. Scacco matto in 5 mosse

Di Riccardo Guglielmi

I vaccini rappresentano la prevenzione più efficace contro le malattie infiammatorie e possono
salvare milioni di vite umane. Il loro avvento ha permesso di debellare malattie molto gravi come il vaiolo e la poliomielite. Sono somministrati attraverso una iniezione intramuscolare nel deltoide; si introducono così nel nostro corpo sostanze riconosciute come estranee dal nostro sistema immunitario, che, attivandosi, produce “ANTICORPI” e “CELLULLE DELLA MEMORIA IMMUNOLOGICA “, capaci di proteggerci per lungo tempo e anni o addirittura per tutta la vita. Possono essere batterici o virali a seconda se devono proteggerci da malattie batteriche o da malattie virali. Possono contenere microbi ancora vivi attenuati , cioè resi innocui e incapaci di produrre malattia, microbi inattivati o uccisi tramite esposizione al calore o chimicamente e quindi resi innocui, contenere antigeni purificati ossia alcuni frammenti proteici del microbo considerati come estranei dal sistema immunitario che li combatte attraverso la produzione di anticorpi. Possono contenere sostanze tossiche trasformate in anatossine ossia non più in grado di provocare malattia, ma solo capaci i attivare le difese immunitarie come sopra. Abbiamo vaccini a DNA Ricombinante; sono prodotti che, copiando o clonando informazioni genetiche del microbo, producono una grande quantità di antigene. Le modalità di “costruzione” dei vaccini variano pertanto da preparato a preparato.

IL VACCINO “CAVALLO DI TROIA “ NELLA GUERRA AL COVID

L’ accostamento al cavallo di Troia è inopportuno anche se non del tutto. Lo scopo degli scienziati era come allestire con l’inganno un tranello, che attirasse il sistema immunitario. Il falso cavallo fu riconosciuto come portatore di pace dai troiani e accettato anche dai guerrieri di Troia. Il falso cavallo nel vaccino contro il covid, attira, è vero , con una falsa proteina detta SPIKE il sistema immunitario solo che non cade nel tranello…. gli anticorpi prodotti riconoscono il cavallo come estraneo e pericoloso per cui l’aggrediscono e lo combattono.

Merita un bel discorso l’allestimento del vaccino contro il covid, se non altro per aver convinto a collaborare le case farmaceutiche, il mondo scientifico, i politici e le istituzioni varie per ottenere un
vaccino sicuro, efficace e disponibile nel più breve tempo possibile. La tecnologia, apparentemente nuova, è frutto di una ricerca intelligente e senza precedenti., cominciata già nella seconda metà del secolo scorso. Attualmente sono circa 300 i vaccini che si stanno studiando, ma solo due, come sapete, sono già pronti, quello sviluppato da “MODERNA” e quello sviluppato da “BIONTECH-PHIZER”realizzati del resto con una tecnologia innovativa, geniale e interessante. Entrambi sono a base di RNA MESSAGGERO (mRNA), la
molecola, che insieme al DNA, contiene le informazioni genetiche specifiche di ogni essere vivente. In natura l’RNA ha il compito di trasferire alle cellule viventi i messaggi vitali del DNA perché le cellule possano produrre le proteine, che ci permettono di respirare, pensare, muoverci, insomma di vivere. L’RNA diversamente dal DNA ha vita breve e per questo deve essere conservato a 80° sotto zero, prima di essere incapsulato all’interno del vaccino da involucro di palline di grasso detti LIPOSOMI del tutto simili a quelli che abbiamo già nel nostro organismo. Nella cellula i liposomi liberano l’RNA messaggero che contiene informazioni necessarie per produrre la proteina SPIKE del virus, una specie di amo che si aggancia alle cellule delle vie respiratorie, entra nel loro interno tramite recettori ACE2 e si moltiplica fino a causare la malattia. Il vaccino, invece, una volta entrato nelle cellule, viene letto dai ribosomi, responsabili della sintesi proteica, che produrranno tante copie della proteina SPIKE del SARS-CoV-2. Una volta che le cellule avranno prodotto la proteina SPIKE questa uscirà dalla cellula. A questo punto viene riconosciuta come estranea dal sistema immunitario pur non in grado di provocare la malattia in quanto solo una piccola parte del virus.

In sintesi lo scacco matto al covid avviene in 5 mosse:
1- Si inietta il vaccino che contiene dentro un involucro di sfere di grasso , detti LIPOSOMI, l’RNA MESSAGGERO, il Cavallo di Troia
2- Dentro ogni cellula i liposomi rilasciano l’RNA Messaggero
3- I RIBOSOMI producono la PROTEINA SPIKE del virus, che esce dalla cellula
4- Le cellule Spike fuori della cellula del virus vengono riconosciute come estranee dal sistema immunitario che si attiva
5- Si producono così le armi specifiche contro il virus ossia gli anticorpi.

La sicurezza è importante. “Il vaccino protegge ognuno di noi ma anche gli altri. Ci vogliono di media circa 10 anni per sviluppare un vaccino convenzionale. La velocità con cui questo tipo di vaccini sono stati sviluppati è sbalorditiva. Ci sono voluti 42 giorni per avere un mRNA candidato al vaccino, dopo che gli scienziati cinesi hanno pubblicato la sequenza genetica completa del SARS-CoV-2. Gli ingenti fondi e il capitale umano investiti nello sviluppo hanno permesso di avere risultati in tempi da record, senza mai trascurare la sicurezza. Va ricordato che gli scienziati di Moderna e BioNTech lavoravano da almeno 20 anni su terapia genica e vaccini a RNA. Avevano perciò molta esperienza nell’uso di queste molecole sull’uomo e sapevano quello che facevano. Gli studi clinici per valutare tollerabilità, effetti collaterali ed efficacia dei vaccini sono stati completati e gli enti regolatori (FDA in America, EMA in Europa) daranno la loro approvazione per l’uso solo se questi studi avranno davvero dimostrato che i vaccini sono sicuri e protettivi”.

ATTENZIONE
Se tu o i tuoi conviventi avete sintomi del COVID-19, resta in casa e chiama subito il tuo pediatra di libera scelta o il tuo medico di medicina generale. Altrimenti, chiama uno dei numeri di emergenza regionali indicati sul sito del Ministero della Salute.

Fonte: Bambin Gesù Ospedale Pediatrico IRCCS

www.ospedalebambinogesu.it/nuovo-coronavirus-i-vaccini-a-rna-come-funzionano-e-perche-sono-sicuri#.X_BRKNhKjVg

Riccardo Guglielmi – Giornalista scientifico –

Redazione Corriere nazionale.net – Corriere Puglia e Lucania

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE