fbpx

Il Bari sulle tracce di due giocatori: Rolando e Giorno

Sport & Motori

Siamo al 13 di gennaio ed il Bari – ma in genere un po’ tutte le squadre di tutte le categorie – stenta a decollare per ciò che riguarda il mercato. Questi sono giorni di pensamento, di ripensamento, di valutazioni, di proposte, di trattative, di ricerca della pedina da innestare nel proprio scacchiere, ma di certezze ancora niente.

Sappiamo per certo che il Bari è sulle tracce di Gabriele Rolando, laterale destro della Reggina, la cui trattativa è ben avviata ed, anzi, parrebbe che l’accordo col giocatore sia stato raggiunto, mancherebbe quello con la società calabrese ma, considerati i buoni rapporti tra le due compagini, è facile pensare che grossi problemi non dovrebbero sorgere. Questa trattativa si baserebbe su uno scambio di prestiti dove Simeri è il più titolato a trasferirsi in riva allo Stretto ma con un aspetto economico da perfezionare perché non è detto che nell’affare debba rientrare solo Simeri, potrebbero, di fatti, subentrare altri giocatori o soldi.

Ma l’interesse del Bari ad irrobustire la rosa, come scrive la Gazzetta del Mezzogiorno, non finirebbe a Rolando. Auteri, si sa, considerato il lungo stop di Maita (che, tuttavia, sta per rinnovare il contratto fino al 2023), ha chiesto espressamente un suo sostituto pronto a scendere in campo sin da subito, e le attenzioni si sono spostate verso Francesco Giorno del Monopoli il quale gradisce la destinazione Bari. Ma il Monopoli, come tutte le squadre che contrattano con la società biancorossa, ha alzato l’asticella delle pretese dal momento che chiede in cambio Hamlili, Candellone ed uno sconto sull’ingaggio di entrambi i giocatori, e solo su queste basi la trattativa prenderebbe corpo, altrimenti non se ne farebbe nulla.

Poi c’è in stallo la trattativa che conduce a Giovanni Di Noia, militante tra le seconde linee del Chievo dove non trova spazio. Il giocatore barese, che verrebbe a piedi a Bari, potrebbe disimpegnarsi bene sia come mezzala sia come esterno di centrocampo diventando, di fatto, alternativa a D’Orazio che fino adesso non sta rispettando le aspettative.

Poi c’è il capitolo difesa: Perrotta non rientrerebbe più nelle scelte di Auteri considerate le prestazioni decisamente sotto tono e, dunque, sarebbe vicino a lasciare Bari (cercato, peraltro, dal Cosenza in serie B), e se dovesse andare in porto la trattativa si penserà al reperimento di un altro difensore, così dicasi per Simeri: se dovesse andare in porto il trasferimento solo allora si penserà a cercare un’altra punta di spessore.

Insomma, l’imperativo di Romairone è prima disfarsi di giocatori, poi di reperirne altri.

 

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE