fbpx

Multe Covid. Attenzione ai facili ricorsi… gli importi delle multe raddoppiano

Senza categoria

Quindi va visto caso per caso. E nello specifico delle iniziative dei ristoratori di queste settimane, a nostro avviso non ci sono gli estremi per tentare un ricorso sperando che sia accolto. Per cui, il consiglio che diamo è di pagare entro 5 giorni dal momento in cui si riceve il verbale sì da poter fruire della riduzione del 30%.

Per chi avesse una qualche ragione per tentare il ricorso, ricordiamo che:

il ricorso nella maggior parte dei casi si presenta al prefetto, che è autorità di polizia e non giudiziale e quindi si chiede di essere valutati dallo stesso soggetto che ha rilevato l’infrazione; per questo quasi sempre il ricorso viene respinto e l’importo da pagare raddoppia.

Nel caso, qui come procedere:

  1. non pagare la multa (altrimenti il ricorso è nullo). Inviare degli scritti difensivi entro 30 giorni dal momento in cui si riceve il verbale; gli scritti difensivi vanno inviati per raccomandata a/r o PEC, in carta libera.
  2. l’Autorità (entro i 5 anni successivi), potrà accogliere gli scritti difensivi, oppure rigettarli emettendo un’ordinanza ingiunzione, e l’importo della multa raddoppia. In quest’ultimo caso, si potrà fare ricorso entro 30 giorni dalla notifica davanti al giudice di pace. 

Tag: multe, covid


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE