fbpx

Cina. Donne e uomini stuprati nei “campi di rieducazione” dello Xinjiang

Estero

 

La BBC ha raccontato l’orribile storia di come le donne vengono sistematicamente violentate nella temuta trasformazione dello Xinjiang attraverso i campi di istruzione. La storia non parlava di abusi occasionali da parte di guardie disoneste. Le donne coraggiose che hanno testimoniato hanno denunciato una “cultura dello stupro” pervasiva, in cui l’abuso sessuale è uno strumento per rompere l’identità musulmana e il rispetto di sé delle detenute. Questo va così lontano che allo stupro da parte delle guardie carcerarie si aggiungono visite notturne di uomini cinesi mascherati, a cui le prigioniere vengono “affittate” per ulteriori abusi.

Il ministero degli Esteri cinese si è ridicolizzato sostenendo che le donne che hanno testimoniato erano “attrici” reclutate dalla BBC, mentre in realtà sono apparse tutte con i loro veri nomi, e il loro legame con i campi era stato verificato. Il governo statunitense, britannico e australiano ha citato il rapporto della BBC per condannare le atrocità e gli abusi sulle donne nello Xinjiang . Altri governi, istituzioni internazionali e politici in tutto il mondo hanno fatto lo stesso.

Le orribili scene di stupro e tortura descritte nel rapporto della BBC non si verificano solo nello Xinjiang , né le donne musulmane sono le uniche vittime. Anche le detenute dei movimenti religiosi banditi etichettati xie jiao , come la Chiesa di Dio Onnipotente e il Falun Gong , vengono violentate. Le loro storie sono notevolmente simili a quelle raccontate alla BBC dalle donne uiguri e di etnia kazaka che hanno subito stupri nei campi dello Xinjiang . La stessa combinazione di indottrinamento ossessivo e abuso sessuale viene utilizzata per deprogrammare o “de-convertire” dalle loro credenze le devote della Chiesa di Dio Onnipotente e del Falun Gong in tutta la Cina.

Alcuni degli uomini violentati nei campi dello Xinjiang hanno raccontato le loro storie ad attivisti per i diritti umani in Kazakistan e altrove, ma non li hanno autorizzati a pubblicizzare questi rapporti con dettagli che possano portare, anche indirettamente, alla loro identificazione.

Fino a quando alcuni degli uomini violentati testimonieranno con i loro nomi, cognomi e dettagli della loro detenzione, il PCC negherà che lo stupro di detenuti maschi avvenga nella trasformazione attraverso i campi di istruzione , anche se del resto lo negano anche nel caso delle donne , dove questi dettagli sono già emersi. Siamo comunque soddisfatti che chi ci ha raccontato queste storie dica la verità.

Una delle donne che ha parlato con la BBC, Tursenay Ziawudun, è stata successivamente intervistata da Fox News e ha affermato che “Siamo umani, ma il modo in cui torturano queste ragazze e persino i ragazzi è come se fossimo animali”. “Anche i ragazzi”, disse. Un’altra parte dell’orribile verità sta gradualmente emergendo.

Fonte, bitterwinter.org

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE