fbpx

Lecce, vittoria di rigore

I giallorossi rimontano il Cosenza con Coda e Mancosu dal dischetto, poi il tris firmato Meccariello

Sport & Motori

di Giuseppe Nuzzo

LECCE – Questa volta il Lecce non manca l’appuntamento con la vittoria tra le mura amiche del Via del Mare. I giallorossi battono il Cosenza 3-1. Una vittoria importantissima, perché consente di rimanere agganciati alla zona play off e di accorciare le distanze dai primi posti della classifica.  I salentini sono ora al settimo posto con 38 punti, a 7 punti di distanza dall’Empoli capolista ed a 4 dal Monza, secondo. 

Una partita non facile, quella contro il Cosenza. Una squadra in forma che, a dispetto della posizione in classifica, ha disputato una buona gara tenendo testa ai padroni di casa fino alla fine.

Corini schiera Coda e Rodriguez in attacco, con Mancosu in panchina e Majer trequartista. Stesso modulo (4-3-1-2) per il tecnico dei calabresi Occhiuzzi, che si affida sempre all’ex Legittimo in difesa, con Gliozzi e Trotta in attacco supportati da Tremolada.

Parte subito forte il Lecce che sfiora il vantaggio dopo appena 16 secondi: botta dalla distanza di Hjulmand e la palla che colpisce la traversa e si spegne sul fondo. Passano 2′ ed è Bjorkengren che conclude di testa, ma troppo debolmente. All’8′ è però il Cosenza a trovare il gol: Gliozzi di testa su cross di Petrucci anticipare Meccariello e batte Gabriel. Passano meno di 3′ e il Lecce pareggia subito grazie al rigore concesso per fallo di Legittimo su Rodriguez, trasformato da Coda.

I padroni di casa reclamano al 35′ per un altro episodio dubbio in area, con un cross respinto da Gallo sulla mano di Idda: l’arbitro lascia correre. Al 43′ Meccariello respinge di testa la punizione di Tremolada, con Petrucci che ci prova di prima intenzione da fuori: palla a lato.

Il secondo tempo si apre con il tentativo aereo di Petrucci, bloccato da Gabriel. Al 53′ botta dalla distanza di Majer, potente ma che non sorprende il portiere del Cosenza Falcone. 5 muniti più tardi grande occasione per Coda lanciato di tacco da Rodriguez, ma Ingrosso salva e mette in corner.

I giallorossi continuano a premere e al 77′ arriva il secondo rigore della serata: se lo guadagna (e lo realizza) il neo entrato Mancosu. Il Cosenza accusa il colpo e all’86’ subisce il terzo gol: ancora Mancosu protagonista, con il suo cross sul secondo palo che trova la sponda aerea di Maggio e il tap-in vincente di Meccariello.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

 

Lecce: Gabriel, Maggio, Lucioni ©, Meccariello, Coda (63′ Pettinari), Björkengren, Gallo, Majer (78′ Pisacane), Hjulmand, Henderson (63′ Mancosu), Rodriguez (74′ Yalcin). A disposizione: Bleve, Vigorito, Paganini, Stępiński, Monterisi, Nikolov, Zuta, Maselli. Allenatore: E. Corini.

Cosenza: Falcone, Gerbo, Idda ©, Sciaudone (81′ Sueva), Legittimo (81′ Vera), Tremolada (66′ Bahlouli), Gliozzi (74′ Mbakogu), Crecco, Ingrosso, Trotta (66′ Carretta), Petrucci. A disposizione: Saracco, Corsi, Sacko, Schiavi, Ba, Kone, Antzoulas. Allenatore: R. Occhiuzzi

Marcatori: 8′ Gliozzi, 12′ Coda, 77′ Mancosu, 84′ Meccariello

Ammoniti: 12′ Legittimo, 15′ Hjulmand, 58′ Coda, 83′ Ingrosso
Espulsi: nessuno

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE