fbpx

Signora Meloni: inviti a cena il prof. Gozzini

Politica

Non per fare di questa storia una questione privata fra due persone. Al contrario, si tratterebbe di un messaggio rivolto a tutto il Paese per dire basta al clima da guerra civile.

La delegazione del GRUPPO PARLAMENTARE “FRATELLI D’ITALIA” DEL SENATO DELLA REPUBBLICA E DELLA CAMERA DEI DEPUTATI,in occasione delle consultazioni.(foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Attento a non sdrucciolare su un terreno che a chiamarlo scivoloso è come fare solletico ad un ippopotamo, cedo alla tentazione di scrivere brevemente sullo sgradevole episodio delle offese arrecate a Giorgia Meloni dal prof. Giovanni Gozzini.

E’ significativo che proprio la segretaria di Fratelli d’Italia sia stata nella circostanza di gran lunga la più composta nelle reazioni. Si, proprio lei, definita dal professore con epiteti che è giusto non ripetere nemmeno a sua difesa, ha dimostrato  uno stile sorprendente nella giungla della politica italiana. Da lei sono uscite parole misurate che le fanno onore. Parole lontanissime dalle sguaiatezze delle opposte tifoserie che hanno colto l’ennesima occasione per offrire il consueto spettacolo di un Paese in preda alle convulsioni di una guerra civile da operetta. Il professor Gozzini, per poche volte che lo abbia incontrato e letto per gli incarichi da lui ricoperti, non è il classico “intellettuale di sinistra con la puzza sotto il naso”. Al contrario, piuttosto che al birignao sembra affezionato a non perdere, dall’alto di una cultura ben documentata dai suoi libri, un legame che è sincero con il modo di esprimersi e di comportarsi del popolo fiorentino il cui linguaggio non è certo lieve. E nemmeno penso che gli si possa applicare il consueto cliche dell’intellettuale di sinistra ottusamente convinto che sia da buttare via tutto ciò che sta a destra. Piuttosto, come si suole dire in questi casi nella sua e nella mia città, “gli sono presi i cinque minuti del bischero”. Lei, signora Meloni, come capita a tanti leader, indossa talvolta la maschera da dura che, sono certo, non rappresenta la sua vera personalità. Perché spesso la abbiamo vista sorridente e, soprattutto, sottilmente ironica. Si trova ora nella posizione giusta di spiazzare tutti coloro che cercano pretesti per rinfocolare luoghi comuni e alimentare i propri pregiudizi di parte. Inviti a cena il prof. Gozzini. Lei non ha certo bisogno di consigli, ma nemmeno di avvocati di ufficio. Inviti il prof Gozzini a cena, non per fare di questa storia una questione privata fra due persone. Al contrario, si tratterebbe di un messaggio rivolto a tutto il Paese per dire basta al clima da guerra civile.

Nicola Cariglia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE