fbpx

ESCLUSIVA : diffida al Presidente della Repubblica, Governo e Parlamento

Fisco, Giustizia & Previdenza

Il Dott. Pasquale Bacco, il Giudice Dott.  Angelo Giorgianni, l’OMV,  l’ “Associazione L’Eretico”  e tutti i Medici ed Avvocati appartenenti a suddette associazioni hanno appena diffidato Presidente della Repubblica, Governo e Parlamento.

Lo Stimato Dott. Pasquale Bacco, Segretario Generale dell’Associazione l’Eretico presieduta dall’ Ill.mo Magistrato Angelo Giorgianni, unitamente all’Organizzazione Mondiale per la Vita e a tutti gli avvocati e medici aderenti alle suddette organizzazioni , hanno inviato una diffida al Presidente della Repubblica al Governo ed al  Parlamento corredata di numerosi documenti scientifici e giuridici. 

diffida Presidente della Repubblica, Governo e Parlamento (1)

Premesso che il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge Draghi  che prevede l’obbligo vaccinale per sanitari e farmacisti; il Decreto Legge prevede lo spostamento il demansionamento e la sospensione della retribuzione per sanitari e farmacisti che dovessero rifiutare di vaccinarsi in quanto,  il Decreto Legge pone la vaccinazione come condizione necessaria all’espletamento delle mansioni sanitarie. Inoltre nel documento si premette che numerosi organi di stampa abbiano riportato l’intenzione del Presidente del Consiglio di aderire all’istituzione di un passaporto sanitario per facilitare la mobilità tra i vari Stati.

Nello specifico gli stessi hanno diffidato  Mario Draghi, Speranza, Orlando e Giovannini di presentare il Decreto Legge al Presidente della Repubblica.
Sergio Mattarella è stato diffidato a firmare il Decreto per la pubblicazione; La dott.ssa Casellati e Roberto Fico sono invece stati diffidati dal convertire in legge suddetto decreto.

La diffida è stata presentata in quanto volta a garantire il rispetto dei Diritti Fondamentali Umani come sancito dalla Costituzione della Repubblica Italiana nonché nelle convenzioni Internazionali e nei trattati UE tra i quali il Regolamento UE N.536/2014 e a voler prevenire la sperimentazione di massa del vaccino covid19 e/o di qualsiasi terapia genetica.

Tali personalità politiche sono state diffidate dall’adottare un passaporto  vaccinale in quanto non rientra nella potestà della Commissione o degli Stati Membri derogare ai trattati in materia di consenso informato, obbligatorio e revocabile ai trattamenti sperimentali quali disposizioni cogenti ed inviolabili.
Gli Stati non devono quindi adottare alcun obbligo vaccinale nè usare certificati di vaccinazione come passaporti nè tantomeno discriminare i cittadini sulla base che essi siano vaccinati o meno ; nessuno stato può altresì fare pressioni affinché la popolazione si sottoponga a vaccinazione.

I diffidanti precisano inoltre che nuove direttive o regolamenti comunitari non potranno essere contrari all’obbligo di consenso informato e consapevole previsto dalla Dichiarazione di Helsinki e dai protocolli di Norimberga.
Infine vi è l’invito a Draghi ai sensi dell’art. 24 comma4 del D.lgs n.1/2018 a revocare lo stato di emergenza a livello nazionale.

La verità sta venendo a galla,  nessun mainstream prostrato al potere delle èlite parla di ciò che sto accadendo, ma un folto gruppo di persone combatte ogni giorno per il rispetto dei diritti fondamentali di tutti noi. 

 
Silvia Pedrazzini
 
Tags: diffida, il corriere nazionale, Mattarella, Draghi, Fico, Consiglio dei Ministri
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE