Albisola, 26 agosto LiberArti propone “Arte e Biblioteca”

Liguria

Di

 

Logo Liberarti

Venerdì 26 agosto alle ore 17.30 Simona Poggi, Assessore alla Cultura del Comune di Albisola Superiore, e Anna Maria Faldini, Presidente dell’Associazione Culturale Savonese “LiberArti”, presenteranno per il progetto “Arte e Biblioteca” il libro di una nota scrittrice inglese, Jojo Moyes, “Ti regalo le stelle”, uscito nel 2019 e divenuto immediatamente un bestseller.

Giovanna Marrone nella sua veste di attrice interpreterà con la sua recitazione alcuni brani del libro.

Le artiste, socie di LiberArti, Brunella Coriando e Giovanna Marrone (vedansi note in calce), ispirandosi alla narrazione hanno modellato due ceramiche che verranno esposte per l’occasione.

“Nell’ambito delle iniziative legate alla promozione della lettura abbiamo deciso di organizzare un incontro culturale dedicato a uno dei romanzi che abbiamo acquistato grazie al contributo del Decreto Franceschini dedicato all’editoria.

Un pomeriggio di approfondimento su un romanzo che ha avuto grande successo fra i lettori di tutto il mondo e di cui sono già state vendute milioni di copie. Il progetto – ideato in sinergia con l’Associazione LiberArti – prevede la presentazione di libri, saggi e approfondimenti letterari come quello che si è tenuto nel giardino del Museo Trucco in occasione del centenario della nascita di Pasolini a cura del professore Sergio Giuliani” così si è espressa Simona Poggi, Assessore alla Cultura del Comune di Albisola Superiore.

Anna Maria Faldini

Fonte: Comunicato Stampa – 26 agosto 2022

Associazione Culturale Savonese “LiberArti”

e.mail associazione: savonese.liberarti@libero.it – e.mail: premio.enricobonino@libero.it

Sito https://www.facebook.com/associazionesavoneseliberarti –  Istagram: @Liberarti Associazione

sito internet: www.enricoboninopoeta.com (curato dalla Famiglia Bonino)


Note:

  • Brunella Coriando
Profilo

Coriando Brunella

Scultrice – Ceramista

 Nata a Carcare (SV) 8 febbraio 1959 vive e lavora a Savona.

Dal 2000 si perfeziona nel campo della scultura ceramica frequentando il Laboratorio di Ceramica Creativa di Savona, diretto dalla Prof.ssa Laura ROMANO e corsi di perfezionamento di anatomia del nudo maschile e femminile presso la Scuola di Ceramica di Albisola Superiore.

A tutt’oggi è iscritta all’Associazione Culturale “R. Aiolfi” di Savona diretta dalla Dr.ssa S. Bottaro, all’Associazione “Liberarti” di Savona presieduta dalla Prof.ssa Anna Maria Faldini partecipando a numerose mostre collettive e mini personali da loro organizzate.

Iscritta inoltre al “Comitato Rigore Artistico” di Albissola Marina, inserita nel Direttivo dell’associazione partecipa attivamente all’organizzazione di mostre ed eventi.

Riconoscimento del titolo di Prof.ssa Accademica Associata “Sezione Arte” da parte dell’Accademia Internazionale “Greci Marino” Accademia del Verbano di Lettere, Arti, Scienze di Vinzaglio (NO).

Dal 2017 è docente del corso di ceramica modellata “ UNIVALBORMIDA “  presso la sede del Comune di Carcare (SV).

Nel 2019 con il gruppo ceramico “Curvy on the beach” vince  il Concorso indetto dal Comune di Savona “Giardini d’artista”

Partecipa a numerose mostre personali e collettive, manifestazioni nazionali ed internazionali, ricevendo molteplici riconoscimenti.

Numerosi critici hanno commentato le sue opere inserite in cataloghi e annuari d’arte moderna e contemporanea presenti in Gallerie d’Arte e Collezioni Private.

Attualmente lavora nel suo laboratorio ubicato presso la propria abitazione.

 Coriando Brunella

Via B.Guidobono 13.10

17100     SAVONA

cell. 340 8188957

mail: mascherine@libero.it

 Alcuni cenni critici:

 “…si avvicina al mondo della ricerca con la ceramica alle forme plastiche, all’iconografia legata al mondo naturale, all’immaginario, alla poetica del mare, ai diversi modi del modellato guardato con particolare segno proprio, decorazioni originali mai scontate…”

 “… ceramista di ampi orizzonti, con grande forza inventiva e complicità con la materia, luogo plasmatico dove si accende e si libera la fantasia e la creatività. Interpretazioni classiche e contemporanee modellate dalla terra da cui ne trae sostentamento. Intensi gesti che sanno parlare con le mani, un rituale antico che rende la cultura del “fare ceramica” un’esperienza moderna che segna profondamente il carattere artistico personale con armonia e intensità…”

 “…libertà di espressioni sia nella corposità dei colori che nella gestualità del segno. La tensione emotiva, rivelata dalle suadenti cromie, trova espressione nella tematica della natura e ne ipnotizza il fruitore…”

 “…la sua tecnica scultorea rivaluta l’essenza antica del colombino, per creare oggetti artistici decorati con la sua grande capacità  creativa. Ottima la ricerca e l’abbinamento fra informale e figurativo, in un perfetto connubio per una evidente e naturale formula di positiva ricerca scultorea…”

 “..mette in essere l’astrazione della realtà effettuale e della quotidianità banale, sulle ali del sogno e della favola, tenendo sempre presente il concetto da evidenziare, e sviluppandolo all’ennesima potenza, in forma intuitiva ed immediata…sentimenti sinceri e profondi si espandono in pigmenti ed in toni cromatici, facendo emergere dalla materia grigia gli scorci pronunciati e dall’intima essenza la poesia pura…la fusione di argilla, smalti e vetri policromi crea l’illusione ottica della forma naturare e l’impressione dinamica dell’afflato lirico, in un perfetto dualismo artistico…”

 “…anima e ambiente vanno in perfetta sintonia nelle sue stupende opere nate da studi professionali ed espresse con dovizie di particolari, senza mai perdere di vista l’insieme, a volo d’uccello ed a tutto tondo. Sporgenze e rientranze si adeguano a vuoti e pieni, colori squillanti e seducenti si alternano a chiari e scuri…”

 “…i lavori dai colori profondi e spesso vivaci, descrivono il mondo della sua immaginazione dove luci e ombre si alternano in scenari spesso astratti. La volontà di fare ceramica è l’esigenza spontanea di interpretare il mondo tramite una stilizzazione complessa. Le sue sculture sono caratterizzate da sovrapposizioni di elementi, tramutandosi da pensiero intellettuale a rappresentazioni che esistono al di là di tutto ciò che è apparente. Le sue sfere rappresentano la separazione, l’attimo in cui, dalle viscere generatrici della terra, si verificò l’espulsione di parti raggrumate verso il cielo e verso la periferia della sfera ancora rovente, mentre le punte di materia ceramica si slanciano verso l’alto, mimando la tensione dell’emergere dall’acqua e dal nero del magma vulcanico. Cattura con sensibilità colori e luci imprigionandoli nell’incontro dei materiali e mostra la forza dirompente nel momento dell’impulso del calore inciso nell’opera con la sua potenza trasformatrice col fuoco delle alte temperature…”

 “…ha dato una svolta personale alla ceramica modellata fondendo in una unica opera cielo mare terra con rilievi granulosi, smalti policromi e pigmenti metallici ben amalgamati. I suoi assemblaggi sprigionano energia vitale, forza dinamica e suggestione a tutto tondo. Le forme suadenti dei suoi manufatti sprigionano vivacità con colori squillanti e si distinguono per bellezza e maestria d’esecuzione…”

 “…ceramiche che danno ragione allo sguardo aperto sul mondo interiore ed esteriore esaltando intimità spazialità ed una contemplazione del vissuto nella spirale della vita…”

Curriculum vitae:

mostre collettive premi e segnalazioni fra le più rilevanti:

Dal 2000   esposizioni e collettive Palazzo Comunale e Palazzo “Nervi” di Savona

–     2007 Collettive “Villa Cambiaso” Savona

  • Progetto Piastrelle d’artista . Messico
  • Premio Scultura Cesare Pavese. Santo Stefano Belbo (CN)
  • 2008 Segnalazione Concorso San Raffaele Cimena (TO)
    • 2° classificata Concorso Mostra dell’artigianato Mondovì Piazza (CN)
  • 2009 Segnalazione Concorso “Lodifaceramica” Lodi
  • 2010 1° Classificata Concorso “Presepe in grotta” Villanova di Mondovì (CN)
    • 1° Premio “Grandi Firme dell’arte contemporanea” Cesenatico
    • Opera segnalata “Concorso Premio New York” Galleria “Arte città amica” Torino
    • Opera segnalata “Concorso Saturarte” Genova
    • Riconoscimento con targa dalla Croce Bianca di Savona per donazione opera per l’acquisto di unità mobile
  • 2012 Riconoscimento con targa dall’Amministrazione Comunale di Cosseria (SV) per donazione opera. Motivazione:”Si ringrazia per la splendida opera donata destinata ad arricchire il patrimonio culturale del Comune”
  • 2012 / 2014 / 2018 Opera segnalata “Concorso Rassegna Nazionale ed Internazionale per Artisti Ceramisti Contemporanei” indetta dall’Associazione Culturale Amici della Ceramica Circolo “Nicolò Poggi”di Albissola Marina
  • 2014 Premio Oscar della cultura Galleria Centro Storico di Firenze con motivazione del critico d’arte Sig.ra Diana D’Isanto
  • 2015 Premo alla carriera “Associazione Culturale Varaggio Art” di Varazze (SV) Motivazione.”Per una carriera esaltata da tutti gli stili artistici , passando per le diverse tecniche contemporanee e dialogando con la materia, che con lei diviene dinamica e vitale”
  • 2019 Concorso “Giardini d’artista” indetto dal Comune di Savona con l’opera “Curvy on the Beach” Bellezze… a tutto tondo. Opera vincitrice esposta nel verde del Priamar di Savona

 mostre personali:

Numerose personali nella sala “Nervi” del Palazzo della Provincia di Savona dal 2010 al 2019

2010 Grand Hotel di Portovenere

2011 e 2012 Galleria “Lallihome” Varenna sul Lago di Como

2012 Oratorio dei Disciplinanti Cosseria (SV)

2014 Galleria “Studio Avart” Roma

2015 Cellette Priamar di Savona

2015/2016/2017/2018 Spazio espositivo IAT Albisola Superiore /SV)

2017 Sala espositiva “A.Barrili” Comune di Carcare

2018 Fiera dell’Arte Contemporanea Arte GENOVA

2020 Palazzo Comunale Loano /SV)

2021 Spazio espositivo Residence “Orchidea” Pietra Ligure

2022 Spazio espositivo IAT Albisola Superiore (SV)

Intervista

Viaggio fra il talento e le opere della ceramista Brunella Coriando

Essenza nella creta

“Amo fare figure senza volto per immaginarne meglio il carattere interiore”

di Anna Maria Faldini

La ceramista Brunella Coriando è nata a Carcare in provincia di Savona l’8 febbraio 1959. È iscritta all’Associazione Culturale “R. Aiolfi” di Savona diretta dalla dr.ssa S. Bottaro e all’Associazione Culturale Savonese “LiberArti” presieduta dalla prof.ssa Anna Maria Faldini.

Con passione l’artista ricava forme dalla terra argillosa, dono prezioso della natura. Nei suoi lavori, in cui germogli materici si evolvono in formazioni corpose, la narrazione è serena. Ogni piatto, piastra, scultura diviene così lo spaccato di una storia, interpretata attraverso l’arte. Le sue opere sono quindi descrizioni, non ripetitive ma simili, di uno stesso racconto informale, esaminato da angolazioni differenti. Ogni opera contiene un invito ad attraversarne l’astrazione per coglierne l’essenza, come le sue figure senza volto che esortano il fruitore a interpretarle e ad attribuire loro dolcezza e umanità.

Nel gioco delle collane la Coriando compie un percorso parallelo alla scultura, creando la possibilità di traslare attraverso la pittura e il modellato una grande fantasia di forme e di colori.

Per costruire i suoi gioielli l’artista, nella sua incessante ricerca di una tecnica opportuna, ha continuamente trovato e provato modi personali per costruirli ed è riuscita a domare, esercitando immaginazione e ingegno, un materiale complesso come la ceramica.

Signora Coriando come si è articolata la sua avventura artistica?

“Da piccola matite e colori erano per me un’attrazione irresistibile. Per diversi anni poi ho accantonato questa mia vocazione per imparare a crescere nella vita di tutti i giorni: mi sono diplomata all’Istituto Magistrale e ho iniziato a lavorare e ad occuparmi della mia famiglia. Ho saltuariamente modellato con le paste a freddo, non avendo il tempo di cimentarmi nella ceramica. Infine, diversi anni fa,  arrivato il momento di dedicarmi alla mia passione, mi sono iscritta ai corsi di ceramica di Laura Romano. Ho acquisito le tecniche di base e ho iniziato così un mio percorso. Attualmente, infatti, lavoro in un laboratorio ubicato presso la mia abitazione: è stato entusiasmante esprimermi liberamente.”

Quali temi guidano la creazione delle sue opere?

“Molte mie sculture a tutto tondo sono in stile figurativo: figure femminili, vasi, animali, presepi. Altri oggetti sono piatti, piastre in cui aggiungo rilievi informali e astratti. Amo fare figure senza volto per immaginare e portare alla luce il carattere interiore.

Quando ho iniziato a fare ceramica ho voluto provare a creare dei gioielli, le collane sono un’altra mia grande passione. Per rendere le palline leggere e quindi portabili ho fatto molta ricerca e molti tentativi, fino ad affinare una tecnica, che tengo segreta. In oggetti relativamente piccoli tutto diventa complicato, ma i risultati sono bellissimi e mi ripagano della lunghezza del lavoro e della pazienza necessaria.”

Quali materiali, quali colori e quali tecniche preferisce usare?

“Modello tutti i miei pezzi, non uso supporti precostruiti. Parto dai colori di base e li miscelo per ottenere le sfumature che desidero. L’esperienza in questa ricerca mi dà la capacità di valutare in anticipo il risultato finale.

Faccio di solito la cottura tradizionale e il secondo fuoco con ceramica semirefrattaria, ma a breve vorrei provare il terzo fuoco per dare sfumature madreperlacee alle mie opere.”

Ha esposto le sue opere in mostre personali e collettive?

“Ho partecipato e partecipo a numerose mostre personali e collettive, manifestazioni nazionali ed internazionali, ricevendo molteplici riconoscimenti. Molte mie opere sono presenti in Gallerie d’Arte e Collezioni Private in Italia e all’estero e sono inserite in cataloghi e annuari d’arte moderna e contemporanea.”

Testo revisionato e liberamente tratto da “Il Letimbro” novembre 2011

Galleria opere

 

  • Giovanna Marrone
Profilo

Marrone Giovanna 

 Sono nata a Savona, ho sempre amato il disegno, senza mai poter approfondire la materia per impegni familiari e lavorativi.

Arrivata alla pensione ho frequentato un corso di disegno e, invitata dal Prof. Attilio Cicala, pittore, ceramista e docente del Liceo Artistico “A. Martini” di Savona, mi sono avvicinata alla pittura ad olio con entusiasmo, riuscendo ad ottenere, in breve, risultati apprezzabili e padroneggiando l’uso del colore con grande disinvoltura.

Ho esposto in molte personali e collettive, in Italia e all’estero, alcune mie opere fanno parte di collezioni private. Ho anche ricevuto diversi premi e riconoscimenti.

Alcuni miei lavori con relative critiche sono riportati su molti cataloghi e riviste d’Arte.

Nel 2016 ho iniziato a fare ceramica con grande curiosità e voglia di carpirne tutti i segreti, e quindi a partecipare a diverse mostre sia personali che collettive, con grande soddisfazione.

Con il “Laboratorio di ceramica creativa di Laura Romano” ho partecipato alla realizzazione del Presepe degli Abissi delle Albisole, e con lo stesso Laboratorio, ho vinto il Primo Premio assoluto nel concorso “Presepi in Grotta” presso le Grotte dei Dossi a Villanova di Mondovì nel 2018 e nel 2019.

Ho partecipato, con altre sei ceramiste, alla realizzazione del gruppo ceramico “Curvy on the beach”, inaugurato, nei giardini prospicienti la Fortezza del Priamàr, l’8 agosto 2020 dal Sindaco di Savona.

Continuo tuttora a dipingere ad olio e a realizzare sculture in ceramica con gioia ed entusiasmo.

Savona, 16 agosto 2022

Qui di seguito elenco alcune delle mostre alle quali ho partecipato e che mi piace ricordare:

– diverse rassegne a Sanremo, dal 2011 al 2014, una delle quali è proseguita a

Les Roses in Spagna;

– nel settembre 2011 mi sono classificata al terzo posto nella mostra “Un racconto per immagini” al Castello dei Del Carretto, a Millesimo;

– nel 2012, sempre al castello dei Del Carretto a Millesimo mi sono classificata al primo posto nella mostra “Gente, vedute e paesaggi della Valbormida”;-

– dal 2012 al 2015 tre mostre a Bolzano al Centro Cristallo;

– Arte Genova nel 2013;

– Nel 2013 una mia personale al Sea Art Hotel di Porto Vado “Le mie donne”  ha riscosso un grande successo;

– Arte Padova negli anni 2013, 2014 e 2017;

– THE RHYTM OF ART a Londra presso la “3 SPACE 2 GALLERY” nel 2015;

– la 2^ Biennale d’Arte di Palermo sempre nel 2015;

– dal 2013 ho partecipato a diverse esposizioni organizzate dall’Associazione   NAPOLI NOSTRA, a Napoli (Pinacoteca d’arte moderna “Le Porte”), a Venezia     (Centro San Vidal), a Roma (Galleria “LA PIGNA” nel Palazzo Maffei Marescotti),  poi  a Capri e a Torino (Palazzo Graneri La Rocca), nell’Isola di Capri, presso la Galleria  d’Arte “Anacapri”.

– nel 2016 ho vinto il Premio Speciale della giuria, nella mostra “La città dentro l’arte e l’arte dentro la città” che si è svolta a Cuneo, a Palazzo Samone;

–  una menzione speciale nella mostra “Tutti i colori dell’arte” al Turin Live Festival alla Certosa Reale di Collegno (Torino)

– a novembre 2016 e a marzo 2018 ho partecipato alla Prima e alla Seconda Biennale della Creatività al Femminile organizzata dalla WAB Women Art di Bra;

– nel 2018, con la Galleria “Il Collezionista” di Roma ho partecipato a due mostre,una a Roma e una a Milano, e in quest’ultima sono stata segnalata dalla giuria.

– ad agosto 2018 presso il Comitato di Rigore Artistico di Albissola Mare a Pozzo Garitta con l’amica ceramista (Grazia Genta) ho presentato una personale di pittura con un’affluenza di pubblico e un buon successo personale: “Ora et colora”;

– nel 2018 con il “Laboratorio di ceramica creativa” di Laura Romano di Savona ho partecipato  al Concorso “Presepi in Grotta dei Dossi” a Villanova di Mondovì dove abbiamo vinto il Primo Premio Assoluto.

– Con lo stesso Laboratorio di Laura Romano ho partecipato alla realizzazione del Presepe degli Abissi delle Albisole.

– Nel 2019 ha partecipato, con altre sei ceramiste, all’esecuzione del gruppo ceramico “Curvy on the beach”, inaugurato, nei giardini prospicienti la Fortezza del Priamàr, l’8 agosto dal Sindaco di Savona.

– Nello stesso mese di agosto, sempre con Grazia Genta, abbiamo presentato una personale a Pozzo Garitta 11 – ad Albissola Marina, dal titolo “.a quattro mani”.

– A novembre un’altra bipersonale questa volta con la ceramista Iosè Angela Saccone, nella sala Nervi del Palazzo della Provincia.

– A dicembre, la mostra dei Presepi presso la Campanassa di Savona e la Ceramica di Natale al Circolo degli Artisti a Pozzo Garitta 32 – Albissola Marina.

– Nell’agosto 2020, nonostante la pandemia, con Grazia Genta abbiamo proposto, sempre a Pozzo Garitta 11- ad Albissola Marina; nell’osservanza delle regole di distanziamento, la mostra “Black an White” dove ho presentato una serie di disegni in ecoline, eseguiti con la penna col pennino ed acquarellati.

– Nel giugno 2021 ho aderito a “Percorsi d’Acqua” organizzata dal Prof. Enzo Angiuoni presso l’Hotel Civita di Atripalda (AV), ora questa mostra è diventata itinerante e arriverà anche a Savona.

– Ad agosto 2021 un’altra personale “Movies and songs” con l’amica Grazia Genta presso lo IAT di Albisola Superiore;

nel mese di settembre una mia lastra in ceramica è stata apposta, unitamente ad altre, sul muro degli artisti al Parasio di Imperia nell’ambito della manifestazione “Una mattonella per il Parasio”

Nel mese di aprile 2022 ancora una bipersonale “Donne donne, eterne dee” sempre ad Albisola Superiore.

GIOVANNA MARRONE- SAVONA – Via B. Guidobono 38 –

Cell. 340 8038782

giovanna.marrone.gm@gmail.com

 Intervista

Giovanna Marrone e le sue passioni: palcoscenico e pennelli

Da attrice a pittrice

“Ispirata dalla Liguria… e a teatro recito spesso nelle commedie di Govi”

di Anna Maria Faldini

Giovanna Marrone, artista e attrice savonese, mette in evidenza nelle sue opere l’essenza più vera di personaggi e paesaggi. Dai suoi lavori si sprigiona una profonda malinconia che affiora nella sottile e soffice attenuazione dei colori e nella ricerca scrupolosa di particolari che narrano la trama dei suoi sentimenti: cieli grigi sotto cui scorre l’acqua di un torrente fra due ali di candida neve, clowns dagli occhi tristi, fari che svettano solitari sul mare. L’artista in realtà realizza i paesaggi in quanto parafrasi sognate della realtà quotidiana, mentre i personaggi sono portatori delle sue stesse sensazioni.

L’immaginazione artistica della Marrone trasforma il suo sentire nostalgico nella nebbia che invade molti dei suoi dipinti dalle linee sfumate.  La sua inquietudine si traduce per contro nel desiderio di interpretare il mondo che la circonda e nella visione sofferta di una dimensione reale tollerata, ma non totalmente accettata: sensazioni percepibili nella raffigurazione della quiete pensosa dei quadri in bianco e nero, illuminati da un fiore coloratissimo, che si aprono su dimensioni profondamente intime e personali.

Signora Marrone, quando ha iniziato a percorrere la sua strada nel mondo dell’arte?

“Mi è sempre piaciuto disegnare fin da bambina, ma per molti anni non sono riuscita a coltivare la mia passione per la pittura. Nel 2005 ho iniziato per conto mio con disegni e tempere e ho deciso di approfondire le tecniche per dipingere ad olio sotto la guida del prof Cicala. Le mie preferenze vanno alla pittura ad olio che applico direttamente sulla tela. Quando dipingo su legno, preparo il supporto con la cementite.”

Che cosa mi può dire della sua esperienza nel campo teatrale?

“Ho iniziato nel 1968, quasi per gioco, con la Compagnia Teatro dei Giovani formatasi nel Teatro dei Salesiani. In seguito la mia attività teatrale, come quella artistica, ha subito una lunga battuta d’arresto. Ho ripreso a recitare con l’Unitre nel 2005. Dopo il saggio di fine corso sono stata contattata da Lorenzo Morena, che mi ha chiesto di recitare con la Compagnia La Torretta. Così sono tornata a calcare le scene. Il lavoro è molto impegnativo per il nostro regista e attore Lorenzo Morena e per noi attori. Infatti tutti noi, oltre a recitare, all’occorrenza ci trasformiamo in sceneggiatori, scenografi e costumiste.

Al Teatro Don Bosco, diretto da don Giovanni Margara, abbiamo messo in scena diverse commedie, tra cui molte del repertorio del grande Govi, che, in estate, abbiamo portato in tournée nei paesi della Liguria.

La scorsa stagione, in occasione del trentennale della Compagnia, abbiamo presentato una Rassegna tutta nostra. Abbiamo allestito ben undici commedie, recitando sia in italiano che in dialetto, con spettacoli rappresentati al sabato e alla domenica, che ci hanno molto gratificato, visti gli applausi con cui le nostre performance sono state accolte dal pubblico che affollava il teatro.”

Tornando alla sua pittura, quali temi guidano la creazione delle sue opere?

“Fonte della mia ispirazione sono, per la luce e le atmosfere particolari, gli scenari della mia Liguria, del suo entroterra invernale e del suo mare. Amo anche rappresentare i paesaggi notturni della città. Molti miei dipinti sono dedicati ai fiori, altri a personaggi peculiari: clown pensosi e malinconici, ballerine assorte, pescatori intenti a tirare le reti.

Il colore dipende dal mio stato d’animo, infatti quando sono triste, dipingo quadri monocromatici o in bianco e nero.”

Da “Il Letimbro” settembre 2011

Galleria opere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube