Scoperta una quarta falla nel gasdotto Nord Stream

Mondo

Di

Lo ha riferito la Guardia costiera svedese. Venerdi’ si riunisce il Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Mosca apre un’inchiesta per terrorismo internazionale.

AGI – La Guardia costiera svedese ha riferito che sono quattro le falle nel gasdotto Nord Stream: due si trovano nella zona economica svedese e due in quella danese. “Ci sono due falle nella parte svedese e due su quella danese” dei gasdotti Nord Stream 1 e 2, che collegano la Russia all’Europa, ha precisato un funzionario, sottolineando che le fughe di gas sul versante svedese sono “vicine l’una all’altra”.

Le perdite di gas dal gasdotto Nord Stream 1, inoltre, potrebbero rallentare a partire da domenica. A precisarlo è il direttore delle operazioni della Guardia Costiera svedese, Johan Norrman, dopo aver avuto colloqui con alcuni dirigenti del consorzio Nord Stream.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite prenderà in esame, nella giornata di venerdì, il presunto sabotaggio nel Mar Baltico. Lo rende noto la ministra degli Esteri svedese, Ann Linde.

“In qualità di attuale presidente del Consiglio di Sicurezza, la Francia ci ha informato oggi che la Russia ha chiesto una riunione sulle perdite di gas avvenute al Nord Stream“, ha riferito in conferenza stampa. I servizi segreti russi (Fsb), nel frattempo, come riportato dalla Procura generale russa sul suo canale Telegram, hanno aperto una inchiesta per “atto terroristico internazionale”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube