Addio al “vecchio” test di Medicina e Veterinaria: ecco cosa cambierà dal 2023

Scuola, Formazione & Università

Di

Il 2022 metterà fine ai Test di ammissione alle facoltà di Medicina e Veterinaria nella modalità a cui siamo stati abituati fino ad ora ed inizierà una nuova fase di sperimentazione del TOLC (Test OnLine), affidato al CISIA (Centro Interuniversitario per l’Accesso alle Scuole di Ingegneria ed Architettura) 

La startup Ed-Tech Accademia dei Test spiega quali saranno i principali cambiamenti e dà 3 consigli agli aspiranti medici su come prepararsi al meglio alla prova.

Dopo oltre 20 anni di onorato servizio i test di ammissione alle professioni medico-sanitarie cesseranno di esistere così come li conosciamo e saranno sostituiti da TOLC-MED e TOLC-VET. La riforma, da tempo annunciata, è stata finalizzata il 28 settembre 2022 dal Miur con la pubblicazione del decreto ministeriale numero 1107, firmato dal ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa. Il decreto introduce di fatto importanti modifiche e stabilisce le modalità di accesso al concorso per i corsi di laurea in medicina, odontoiatria e veterinaria, a partire dall’anno accademico 2023-2024. La parola TOLC è l’acronimo di Test OnLine CISIA (Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso), l’ente che ogni anno organizza molte delle prove di ammissione alle facoltà a numero chiuso. 

Entrambi i TOLC potranno essere svolti due volte durante lo stesso anno solare, per il 2023 le sessioni sono fissate ad aprile e luglio. A differenza dei test precedenti, potranno partecipare al TOLC anche gli studenti iscritti al quarto anno di scuola superiore (oltre ai diplomati e a quelli del quinto anno). Il test verrà sempre svolto in presenza, presso la sede scelta dal candidato, ma non sarà più cartaceo bensì online e al computer.

TOLC: le principali novità del test di ammissione 

Gli aspiranti medici non dovranno più confrontarsi sulla stessa prova ma ognuno affronterà un test diverso. La struttura prevederà 50 quesiti da svolgere in 90 minuti suddivisi in 7 domande di comprensione del testo e conoscenze acquisite negli studi, 15 domande di biologia, 15 di chimica e fisica e 13 di Matematica e Ragionamento (ex Logica). Ogni studente avrà a disposizione un intervallo di tempo per ogni materia, non si potrà più quindi leggere prima tutta la prova e dedicarsi prima alle aree in cui si è più esperti. Cambia anche la modalità di valutazione: ogni risposta esatta sarà valutata 1 punto, ogni risposta nulla 0 e ogni risposta errata -0,25. Inoltre, come già accaduto quest’anno il punteggio della prova è equalizzato, ciò  significa che ogni punto ottenuto verrà sommato ad un coefficiente di difficoltà della singola domanda, calcolato in base alle risposte errate, nulle e corrette di tutti gli studenti che hanno affrontato lo stesso quesito. Questa modifica consentirà agli studenti che avranno affrontato una prova più difficile della media di aumentare il proprio punteggio. La graduatoria nazionale di accesso verrà stilata, su indicazione del candidato, a seconda del miglior punteggio tra quelli conseguiti durante il 2023.

Accademia dei Test, alleata degli studenti

A partire dal 2023, i nuovi aspiranti medici si troveranno quindi a dover affrontare un cambiamento radicale, che porterà con sé nuove e differenti sfide. Per questo motivo Accademia dei Test  (https://www.accademiadeitest.it/), startup Ed-Tech nata nel 2020 ed oggi divisione della società Futura, si propone ancora di essere punto di riferimento e alleato per gli aspiranti professionisti della sanità che mirano a superare i test di ammissione universitari. Fin dalla sua nascita, infatti, l’obiettivo primario della startup Edtech è sempre stato affiancare e supportare gli studenti nella preparazione ai test di ammissione, grazie a percorsi aggiornati e personalizzati su tutte le materie d’esame. La tecnologia, infatti, permette di adeguare velocemente le simulazioni ed esercitazioni proposte sulla base delle novità ministeriali così da garantire conseguentemente un pianto di studio aggiornato e costruito sempre sulle esigenze di ogni singolo studente.

Come prepararsi dunque alla nuova prova di ammissione? Ecco 3 consigli della startup Edtech:

  1. Iniziare la preparazione il prima possibile. La prima sessione sarà ad aprile, 4 mesi in anticipo rispetto agli anni precedenti. La possibilità di ripetere la prova renderà i punteggi più competitivi e sarà importante arrivare preparati, per sfruttare al meglio entrambe le occasioni.
  2. Esercitarsi con una piattaforma online. Il test sarà al computer e prepararsi esclusivamente sui libri non metterà nelle condizioni di essere abituati alla modalità d’esame che ci si troverà davanti il giorno del test. Inoltre, solo una piattaforma può consentire di effettuare il calcolo del punteggio equalizzato, fondamentale per capire il livello della propria preparazione.
  3. Prepararsi su tutti gli argomenti del test. Con la nuova modalità non sarà possibile dedicare più tempo alle materie in cui ci si sente più forti ma saranno previsti degli slot di tempo limitati per ogni materia. Diventa quindi fondamentale dare il massimo in ogni disciplina per cercare di massimizzare il proprio punteggio.

“Un possibile cambio di rotta nelle modalità di ammissione alle facoltà di Medicina e Veterinaria era nell’aria già da tempo. Ora che i cambiamenti sono stati ufficializzati, ciò che rimane invariato è il nostro impegno nell’affiancare e supportare gli aspiranti medici nel raggiungimento del loro sogno. Dalla nascita di Accademia dei Test, il nostro obiettivo principale è sempre stato quello di offrire un servizio il più mirato e aggiornato possibile e in questo, la tecnologia è un valido alleato perché ci ha permesso in tempi record di adeguare la nostra proposta formativa e le simulazioni online, accessibili in qualsiasi luogo e momento, alle nuove modifiche ministeriali.” – ha commentato Francesco Salvatore, Founder & CPO di Accademia dei Test

Accademia dei Test

Accademia dei test è una start up EdTech fondata nel 2020 da un gruppo di giovani under 25 (Andrea Chirolli, CEO & Founder; Francesco Salvatore, Founder & CPO; Lorenzo Pinto, Founder & CTO) e specializzata nella didattica finalizzata al superamento dei test di ammissione universitaria, attraverso dei percorsi mirati a 360°. I corsi sono tutti curati da docenti selezionati e offerti con una formula in abbonamento annuali, semestrali e mensili. La preparazione sfrutta le potenzialità della neonata piattaforma Futura che permette di testare le competenze di ogni singolo studente per creare in automatico, grazie a sofisticati algoritmi e sistemi di Intelligenza Artificiale, un percorso di studio personalizzato che si aggiorna in base all’avanzamento dell’apprendimento, fino al giorno del test.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube