25 novembre. Così l’IC Martellotta fa rete per le donne

Scuola, Formazione & Università

Di

25 novembre. Così l’IC Martellotta fa rete per le donne

“Con mia nonna abbiamo parlato spesso di quanto le è successo. Anche di aspetti che non sono mai venuti fuori da quella vicenda. Dicono che le somiglio anche come carattere. Certo lei ha avuto tantissimo coraggio in un periodo e in una terra in cui le donne non potevano alzare la voce – è il commento di Cinzia, una ragazzina della secondaria, che racconta di sua nonna che fu costretta a sposare suo cognato, marito rimasto vedovo della sorella venuta a mancare….

Una storia come tante, come quella di Gloria, che tristemente racconta di mettere la sera la musica a palla in camera per non ascoltare le grida di sua madre che implora  suo marito di lasciarla stare… e vogliamo dire di Samantha che per stare nel gruppo dei suoi amici ha accettato di farsi fotografare nella sua intimità …

Già la violenza, la violenza non è mai archiviata. Né tantomeno lo è, purtroppo, la violenza sulle donne.

E’ necessario parlarne, sviscerarla, stanarla, combatterla, vincerla.

Per questo il Comprensivo Martellotta, ha scelto di parlare di violenza sulle donne, e ha scelto di farlo in una giornata simbolo, il 25 Novembre in cui si celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

La Martellotta ha scelto di fare focus attraverso un incontro dibattito sotto forma di  talk con i ragazzi e le ragazze della secondaria di primo grado con  chi  con la violenza a vario titolo  ci fa i contri tutti i giorni.

Ad  introdurre la giornata dal titolo “Don’t touch me” sarà  Giovanni Tartaglia,  DS del Comprensivo  Martellotta, con i saluti di due donne che fanno politica e lavorano per il bene pubblico, per il Comune di Taranto l’assessore  alla Pubblica Istruzione, Mary Luppino e Francesca Viggiano assessore agli Affari Generali e Risorse Umane.

A coordinare il dibattito sarà Deborah Giorgi, docente  e giornalista da sempre attenta alla causa delle donne, a lei si deve la realizzazione  della prima Aula di ascolto per le donne vittime di violenza presso la Caserma dei Carabinieri di Taranto in occasione della sua presidenza con il Soroptimist Taranto.  Ospiti speciali saranno Maria Grazia Anastasia, Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Taranto,  Silvana Fabbricatore, Comandante della Compagnia Carabinieri  di Martina Franca, Elisabetta Perrone, pedagogista ed esperta della sessualità.

Ospite della giornata sarà poi, Gaia Costantini in arte Melga, cantautrice tarantina,  già di chiara fama. Una scelta non casuale specifica il DS Tartaglia – Mi ha colpito specifica una sua frase che ascoltai in un’intervista in  cui parlava di musica,  la cito testualmente “… Questa è una cosa che mi sono imposta di non fare mai: lasciar modellare la mia identità artistica e umana insieme ai miei valori.”  Una frase che  in una giornata come quella del 25 Novembre  suona come un messaggio positivo per le giovani generazioni che si approcciano alla vita.  C’è sempre la possibilità di scegliere …

Ricordiamo che Melga ha suonato  nella prima edizione del Cinzella Festival riconfermata  nella line up della Raffo Fest. Nel 2018 suona sul palco dell’Uno Maggio di Taranto, prende parte al Med Festival, alla manifestazione Donna A Sud ed al TedX Taranto in cui c’è come ospite Brunori S.a.s.

Nel giro di due anni ha collezionato oltre cento concerti.

L’appuntamento con Don’t touch me  è per Venerdì 25 Novembre, ore 9:30 presso la Conference hall , Comprensivo Martellotta, Plesso SSPG

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

Stampa Parlamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube