Mille Comuni non hanno un piano di protezione civile

Politica

Di

Il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci in audizione alla commissione Ambiente a Montecitorio ha auspicato che le istituzioni del territorio siano consapevoli dei doveri che la normativa attribuisce loro per il primo intervento
© Alessandro Serranò / Agf – La Protezione Civile inizia il montaggio di alcune tende pretriage nel giardino dell’ospedale Cristo Re di Roma a seguito dell’epidemia di Covid19

 

AGI –  “Sono un migliaio i Comuni italiani che non si sono ancora dotati di un piano comunale di protezione civile.  E’ la forte denuncia del ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, in audizione alla commissione Ambiente a Montecitorio.

Occorre un “rilancio territoriale della protezione civile. Abbiamo bisogno di rendere consapevoli le istituzioni del territorio delle loro possibilità e dei doveri che la normativa vigente attribuisce loro. Il primo intervento è sempre quello territoriale, in caso di emergenza.
È auspicabile, dunque, una nuova fase di investimento sulla Protezione civile, a partire dal livello territoriale”.

Musumeci ha giudicata errata “l’impressione che quando si pensa alla protezione civile si debba pensare all’emergenza e alla calamità.

La protezione civile è qualcosa di più complesso.

Prima che accada la calamità le misure di mitigazione del rischio dovrebbero scongiurare o ridurre la necessità dell’emergenza”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube