Attacco a una chiesa nella Repubblica Democratica del Congo, almeno 17 morti

Mondo

Di

Una bomba esplode durante una funzione religiosa nella provincia del Nord Kivu. L’Isis rivendica l’attentato
© Alexis Huguet/ AFP – Forze di sicurezza congolesi

 

AGI – Un ordigno è esploso durante una funzione religiosa in una chiesa nella provincia del Nord Kivu, nella Repubblica democratica del Congo, causando la morte di almeno 17 persone. Lo ha riferito il governo di Kinshasa, citato dai media locali.

L’attacco è avvenuto a Kasindi-Luvirihya, cittadina al confine con l’Uganda, a 85 chilometri dalla città di Beni, nella provincia del Nord Kivu. Il governo aveva attribuito l’attacco ai ribelli islamisti ugandesi delle Forze democratiche alleate ma in seguito è giunta la rivendicazione dell’Isis. Secondo Rita Katz, direttrice di Site, il sito che monitora le attività dei jihadisti, “l’Isis afferma che i combattenti hanno piazzato e fatto esplodere un ordigno rudimentale , causando ‘decine di cristiani uccisi e feriti’ e minaccia ulteriori attacchi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube