Un giornalista russo è stato ucciso dalle bombe a grappolo ucraine

Mondo

Di

Le forze di Kiev hanno colpito il villaggio di confine Zhuravlevka, nella regione di Belgorod e un deposito di munizioni nella penisola annessa nel 2014

AGI – Un corrispondente di guerra russo, Rostislav Zhuravlev, è rimasto ucciso in un attacco ucraino nella regione meridionale di Zaporizhzhia. Lo ha annunciato la Difesa russa, riferendo che “a seguito di un attacco dell’esercito ucraino con munizioni a grappolo, quattro giornalisti sono stati feriti a vari livelli di gravità”. “Durante l’evacuazione, il giornalista di Ria Novosti Rostislav Zhuravlev è morto per le ferite causate dall’esplosione delle munizioni a grappolo”.

Le truppe ucraine hanno colpito il villaggio di confine russo di Zhuravlevka, nella regione di Belgorod, ha riferito il governatore della regione russa, Vyacheslav Gladkov. “Ventuno proiettili di artiglieria e tre munizioni a grappolo da un lanciarazzi multiplo sono stati sparati (dall’esercito ucraino) contro il villaggio di Zhuravlevka”, ha affermato.

Le autorità filo-russe hanno accusato le truppe ucraine di aver colpito un deposito di munizioni in Crimea con i droni. Nel mirino il distretto di Krasnogvardeisky, ha precisato Sergei Aksyonov, specificando che i servizi di emergenza sono sul posto per “possibili conseguenze” delle munizioni danneggiate ma inesplose e ha esortato la popolazione a “restare calma”. È stata ordinata l’evacuazione degli abitanti che vivono entro i 5 km dal sito. Il traffico ferroviario nella regione è stato sospeso e il ponte che la collega alla Russia è stato chiuso.

Nella notte le forze russe hanno bombardato sette centri abitati nell’oblast di Sumy, in Ucraina: Nova Sloboda, Bilopillia, Krasnopillia, Esman, Seredyna Buda, Velyka Pysarivka e Shalyhyne.

Sono state registrate più di 161 esplosioni. Oltre a impiegare artiglieria e mortai, la Russia ha preso di mira l’oblast con missili e lanciagranate. Non sono state segnalate vittime o danni di grandi entità alle infrastrutture civili. La regione di Sumy, situata al confine nord-orientale dell’Ucraina con la Russia, ha subito assalti quotidiani da quando alcune aree della regione sono state liberate dall’occupazione russa nell’aprile 2022.

Temporaneamente bloccato il ponte di Crimea

Temporaneamente bloccato il traffico sul ponte che collega la Russia alla Crimea. Lo ha riferito un canale ufficiale di Telegram, senza specificare il motivo dell’interruzione.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ieri sera ha dichiarato che il ponte “porta la guerra, non la pace” ed è quindi un obiettivo militare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube