Gaza, nel mirino anche l’ospedale Kamal Adwan

Mondo

Di

All’interno del nosocomio hanno trovato riparo circa 7mila persone

ROMA – Nell’ospedale Kamal Adwan, nella Striscia di Gaza, si rischia “un massacro”: il monito è di Munir al-Bursh, direttore generale del ministero della Sanità della regione palestinese, secondo il quale carri armati e cecchini di Israele hanno circondato la struttura. Stando alla ricostruzione del responsabile, citato dall’emittente Al Jazeera, all’interno del nosocomio hanno trovato riparo circa 7mila persone. Secondo al-Bursh, i militari “stanno sparando a chiunque si muova”.
Stando al direttore, nelle operazioni dell’esercito di Israele nell’area sono stati uccisi almeno 108 civili. I feriti sarebbero decine.

Il Kamal Adwan è uno dei sei ospedali ancora funzionanti a Gaza. Al Jazeera ha diffuso video nei quali si vedono sacchi bianchi con corpi di persone uccise messi in fila per terra. Il filmato, secondo l’emittente, è stato girato all’esterno del Kamal Adwan.

Israele ha condotto bombardamenti anche in altre zone della Striscia, in particolare nel sud, in aree dove la popolazione civile era stata invitata a spostarsi dopo il 7 ottobre. L’agenzia di stampa Wafa ha riferito in particolare di raid sulla città di Khan Younis, con persone civili ferite.
L’esercito di Tel Aviv sostiene che l’obiettivo dell’offensiva a Gaza è “eliminare” Hamas, l’organizzazione palestinese responsabile degli assalti del 7 ottobre nei quali sono stati uccisi almeno 1.200 cittadini di Israele. Oltre 15mila, invece, le vittime dei successivi raid nella Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube