fbpx

Kabul, talebani sotto attacco. Morti e feriti in un’esplosione vicino alla moschea 

Mondo

 

Di Debora Gandini

 
Kabul, Afghanistan   –   Diritti d’autore  Diritti d’autore Samiullah Quraishi/ The Associated Press  
 

Ancora un attacco e ancora sangue in Afghanistan. A Kabul una bomba nei pressi della moschea di Eid Gah, poca distanza dal Palazzo Presidenziale, ha fatto almeno cinque morti e diversi feriti. Obiettivo il corteo funebre della madre del portavoce dei talebani, Zabihullah Mujaid.

L’attentato potrebbe essere riconducibile al cosiddetto Stato Islamico del Khorasan, (il grande Khorasan è termine con il quale si indicano i territori degli odierni Afghanistan, Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan e Pakistan), apparentemente fondato dai gruppi qaedisti presenti nella regione del Waziristan. Il gruppo ha rivendicato la responsabilità di alcuni degli attacchi più sanguinosi in Afghanistan negli ultimi anni e ha un odio profondo e reciproco per i talebani. Tre sospettati sono stati arrestati, hanno riferito fonti locali vicino ai fondamentalisti al governo.

La dinamica pare la stessa dell’attentato a firma Isis avvenuto la settimana scorsa nel capoluogo del Nangarhar, bastione del ramo afghano di Daesh: una bomba piazzata su una strada è esplosa al passaggio di un convoglio talebano. Il 17 settembre un attacco provocò 6 vittime a Jalalabad.

 
 
 
Diritti d'autore Rahmat Gul/Copyright 2021 The Associated Press
Kabul, AfghanistanDiritti d’autore Rahmat Gul/Copyright 2021 The Associated Press

Un paese scosso da attacchi e instabilità

La capitale afghana ripiomba nella paura dopo che l’attentato di fine di agosto all’aeroporto internazionale durante le evacuazioni degli stranieri, e rivendicato dall’Isis, uccise oltre 70 persone, in gran parte civili. I feriti furono almeno 150.

La nuova esplosione sottolinea le crescenti tensioni nel paese e le sfide che i talebani devono affrontare, a partire dal problema della sicurezza in un momento di forte crisi economica. Intanto arriva la notizia che loscalo di Kabul è pronto a riprendere i voli interni e anche quelli internazionali, almeno con i Paesi vicini. Attualmente lo scalo accoglie già alcuni voli dal Qatar, dagli Emirati arabi e dal Pakistan.

La scorsa settimana aveva suscitato orrore l’immagine dei corpi di altri quattro uomini, tutti accusati dai talebani di essere dei rapitori, appesi in diverse località di Herat, nell’Afghanistan occidentale. Su uno dei cadaveri, i Talebani avevano messo un cartello di avvertimento: ”chiunque oserà rapire qualcuno verrà punito in questo modo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE