fbpx

La magia dei sogni raccontata da Grazia Cioce

Arte, Cultura & Società

Intervista a cura di Mariangela Cutrone

Il fascino discreto dell’amore” di Grazia Cioce, edito da Newton Compton, è un vero e proprio invito a credere e lottare per i propri sogni con coraggio e determinazione. Nel personaggio di Charlotte Viviani, una ragazza eccentrica forte e determinata ma al tempo stesso fragile ed insicura intenta a perseguire il sogno di diventare una giornalista, sarà facile entrare in empatia tanto da affezionarsi nel corso dell’intera lettura del romanzo.

Charlotte è una vera e propria “eroina moderna” che nel tentativo di affermarsi in “Donne Odierne” un femminile a tiratura nazionale diventa l’ideatrice del “Metodo Charlotte”. È quest’ultimo un modo di amare in cui ogni donna rivendica i propri spazi e ideali e mette al primo posto se stessa. Con questo metodo Charlotte crede che è possibile abbracciare a pieno la felicità e la serenità in ambito sentimentale.

ll suo metodo verrà smentito dall’antagonista e rivale di Charlotte, Mattia Ricci, giornalista di “Uomini odierni”, rivista rivale. Mattia è un uomo cinico e disilluso nei confronti dell’amore. Ha deciso da tempo di mettere al primo nella sua vita la carriera professionale. Charlotte e Mattia verranno coinvolti in una sorta di esperimento sociologico con quale sondare la veridicità o meno del Metodo Charlotte. Ma in amore esiste davvero un metodo per essere felici e far durare nel tempo una relazione?

Con questo romanzo emozionante e intrigante, Grazia Cioce ci insegna che in amore non esiste una ricetta perfetta per far funzionare una relazione. L’amore è l’incastro tra due individualità che insieme si completano a vicenda. Ma prima di raggiungere questa completezza ognuno di noi deve stare bene con se stesso perseguendo i sogni che sono in coerenza con quello che si è. È questa una storia che affronta con leggerezza e un pizzico di ironia tematiche come la diversità, i pregiudizi e le etichette e il raggiungimento dei propri sogni. Fa sorridere e riflettere al tempo stesso.

Dell’importanza dei propri sogni e di come deve essere un rapporto sentimentale equilibrato ci parla in questa intervista Grazia Cioce.

Com’è nata l’idea di scrivere questo romanzo emozionante e intrigante?

L’idea è nata dalla voglia di dare voce a una protagonista diversa dal solito. Eccentrica e stravagante si definisce Charlotte, semplicemente strana la vedono gli altri. In una società come la nostra, dove gli influencer sono icone di bellezza e perfezione, mi premeva, invece, dare voce a un’eroina moderna. Imperfetta, eccentrica, ma sicura di sé, Charlotte sa cosa vuole dalla vita e crede nei suoi sogni. E per realizzarli dovrà lottare duramente, a volte soffrire e sicuramente tirare fuori le unghie. Ma i sogni sono magici anche per questo: se si realizzano troppo facilmente non sono altrettanto belli.

Secondo lei il famigerato “metodo Charlotte” può concretizzarsi o è solo un’utopia?

Charlotte cura la posta del cuore di una rivista nazionale e in questo lavoro mette tutta se stessa. Nasce proprio così il Suo “Metodo”: un modo per amare, pare, senza soffrire, mettendo se stessi al primo posto della propria vita. Mattia Ricci, il suo diretto antagonista lo definisce un metodo cinico di vedere l’amore e, forse, non ha poi tutti i torti! Come in tutte le cose anche in amore serve equilibrio e Charlotte lo capirà nel corso dell’avventura che vivrà proprio con Mattia. Serve davvero un “metodo” per amare? E si può davvero amare senza soffrire? Questa è la vera domanda cui giunge Charlotte. Lascio a voi la risposta, la mia protagonista è arrivata alla sua, ma non posso svelarvi nulla…

Un rapporto sentimentale equilibrato come deve essere?

L’amore è fatto di complicità. Non credo esista davvero una ricetta perfetta, perché ognuno crea la sua personale ricetta con gli elementi che ha a disposizione e che subiscono le variabili della propria vita che incontra quella di un altro individuo. L’equilibrio sta tutto nel rispetto, nell’accettazione di se stessi e del proprio partner. Non guasta l’allegria come condimento, ma tutto il resto è personalizzabile.

In questa epoca in cui domina l’individualismo e i rapporti sentimentali sono così fragili esiste ancora l’amore romantico?

Credo che l’amore romantico esisterà sempre. Ne è prova l’enorme numero di lettrici e lettori che i romanzi d’amore raccolgono: abbiamo bisogno di credere nell’amore romantico, proprio perché la nostra epoca è individualista e i rapporti sentimentali sono così fragili. Cerchiamo nei romanzi quello che vorremmo trovare nella realtà: qualcuno che ci ami nonostante tutto! Nonostante le stravaganze, i difetti, le diversità, e che anzi, ci ami proprio per queste peculiarità che possono senz’altro essere punti di forza e non demeriti.

 

A Charlotte viene cucita addosso l’etichetta della “pecora nera”. Quanto e in che misura certe etichette ci influenzano nel corso della propria esistenza e come liberarsene secondo lei?

Charlotte non segue le orme della sua famiglia, non segue le rigide etichette sociali secondo cui vivono i genitori e cerca la sua strada nel mondo in un viaggio in solitaria di cui è molto fiera. Le etichette ci influenzano fintanto che permettiamo che ciò accada. Questo personaggio ci dice, tra le righe della sua divertente avventura, che se hai un sogno devi lottare per realizzarlo, anche se per farlo vieni etichettato come “strano”. Credo che solo la piena accettazione di se stessi, amarsi davvero, possa farci superare il peso di certe etichette. Se impariamo anche a circondarci di persone positive, che ci amano, quello è decisamente un plus che aiuta.

Charlotte Viviani è l’esempio di donna che pur di realizzare i propri sogni professionali ha avuto il coraggio di ribellarsi alla sua famiglia. Quanto è importante per lei sognare e rendere concreti i propri sogni?

È quello che insegno a mia figlia: credi nei tuoi sogni, ma non aspettare che arrivi una fatina con la bacchetta magica a realizzarli. Lavora sodo. Credo molto nel valore dell’impegno e del lavoro, in questo sono instancabile. Charlotte, in questo senso, è come me: non si arrende mai. Un no è solo un sì che non si è ancora realizzato, in fondo.

Il suo romanzo ci induce a riflettere su quanti errori spesso si fanno in amore a causa delle delusioni del passato. Un consiglio che darebbe a tante Charlotte Viviani…

Il passato ci definisce sempre, in un modo o nell’altro. Sta a noi capire come trarne il miglior insegnamento, ma certo non è sempre facile e, soprattutto, è l’esperienza che ci insegna a farlo. E l’esperienza la si fa cadendo e rialzandosi. A Charlotte direi semplicemente di sentirsi libera: libera da chi non l’ha amata abbastanza da capirla. In fondo, lei stessa arriva a questa conclusione, nel corso della sua avventura.

C’è un personaggio del suo romanzo al quale è più affezionato e perché?

Protagonista a parte, ho amato molto scrivere del gemello di Charlotte, Federico Viviani. Mi sono divertita a raccontare i suoi battibecchi con la sorella, la sua ironia pungente e il suo amore incondizionato per la famiglia. Penso che sentirete ancora parlare di Federico Viviani…

A chi consiglia la lettura del suo libro?

Il fascino discreto dell’amore è un libro trasversale: rivolto a un pubblico femminile ma anche maschile. Traversale per età e genere, perché è l’amore che è trasversale. Amore per la famiglia, gli amici, per un partner o per se stessi. Vogliamo tutti sognare avventure nelle quali immergerci, in cui i protagonisti affrontano difficoltà che sembrano insormontabili, ma poi grazie alla forza dei sentimenti riescono a uscirne. Consiglio la lettura del mio libro a tutti coloro che vogliono sognare. Nella dedica a inizio romanzo scrivo: “A te che hai bisogno di leggerezza”. Veniamo da un periodo che ci ha decisamente segnati e cerchiamo momenti di leggerezza per guarire le ferite. Ecco, spero che il mio romanzo possa donare un momento di leggerezza e che, con il sorriso sulle labbra, possa anche lasciare qualcosa al lettore.  

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE