fbpx

Le meravigliose opportunità della vita. Intervista ad Antonella Basolu

Arte, Cultura & Società

A cura di Mariangela Cutrone

London Girl, Newton Compton Editori, è il romanzo d’esordio di Antonella B, all’anagrafe Antonella Basolu. È una storia densa di emozioni che è impossibile lasciare a metà perché oltre ad essere un romanzo d’amore narra le vicissitudini e le impreviste esperienze vissute da Olivia. Quest’ultima è una giovane scrittrice emergente intenta a concretizzare i suoi sogni e a ricomporre i pezzi mancanti di un passato in cui i sentimenti e i legami famigliari regnano sovrani.

London Girl è ambientato in una Londra festosa e caotica che vi ammalierà e che vi farà viaggiare con la mente e con il cuore. Ciò che colpisce il lettore è la scelta stilistica del “romanzo nel romanzo”. È una tipologia di narrazione non ordinaria e che cattura l’attenzione del lettore su due contesti e storie apparentemente diverse ma che hanno tanto in comune.

Antonella B con “London Girl” ci invita a cogliere a pieno le occasioni che la vita inevitabilmente ci pone davanti al nostro cammino agendo e senza avere paura di nulla. La storia di Olivia ci fa infatti riflettere su quanto uscire dalla “comfort zone” alla quale siamo ancorati per inerzia o soprattutto per paura del futuro ci consente di esplorare un mondo nuovo in cui possiamo essere noi i diretti protagonisti della nostra esistenza abbracciando a pieno la felicità e la serenità che tanto meritiamo.

Il lieto fine può concretizzarsi e far parte nostra realtà se siamo noi a fare scelte e a prendere decisioni in coerenza con quello che siamo. Solo agendo e imparando ad avere più fiducia in sé stessi Olivia e Alex, i protagonisti di questo meraviglioso romanzo, potranno lasciarsi andare all’amore e fare pace con un passato tormentato. Del suo rapporto con il “carpe diem” e del suo esordio promettente come scrittrice ci parla Antonella B in questa intervista.

Com’è nata l’idea di scrivere l’emozionante storia di Olivia, scrittrice agli esordi?

Ogni volta che apro il Mac per iniziare a scrivere un nuovo romanzo in mente ho solo la trama iniziale. Andando avanti nella stesura la storia prende sempre una via che all’inizio non avevo calcolato. Per “London girl” volevo una protagonista forte ma allo stesso tempo fragile nella sua solitudine familiare e affettiva, a cui accade un evento che le cambia la vita. Un viaggio fisico e spirituale che la trasforma e la fa crescere.

E l’idea di scrivere “un romanzo nel romanzo” che ha intitolato “Violattesa”?

“Violattesa è un romanzo scritto precedentemente a “London girl” a cui sono molto affezionata. Mi piaceva l’idea di portarlo con me durante la stesura di “London girl”.

Olivia condivide con lei la passione per la scrittura. Quanto di Antonella B. possiamo rintracciare in London Girl?

Si dice che sia meglio scrivere di ciò che si conosce. Io conosco questo, la passione per la scrittura, l’impegno e la perseveranza per farsi conoscere come autrice, e l’ho trasferito alla mia protagonista.

Il suo romanzo attraverso le vicende di Olivia rinvita il lettore ad essere il protagonista della propria esistenza agendo nel presente. Lei che rapporto ha con “il carpe diem”?

È il mio mantra. Cogli l’attimo, perché non possiamo sapere se la vita in futuro ci riserverà le medesime occasioni, e in fondo è meglio non vivere di rimpianti ma procedere nel cammino della vita aggiustando il tiro mano a mano che si va avanti.

Quanto il passato influenza sulle scelte che si fanno nel presente come accade a Viola, la protagonista del suo romanzo nel romanzo?

Il passato influenza sempre le nostre scelte future, come il passato dei genitori influenzerà sempre la vita dei figli. È la vita.

Olivia e Alex nonostante le difficoltà sono destinati a incontrarsi. Lei crede negli incontri combinati dal Destino?

La vita ci riserva sempre delle meravigliose opportunità, sta a noi coglierle e saperle sfruttare. Due persone destinate a stare insieme prima o poi si incontreranno, e se quel momento non era giusto per stare insieme, o se uno dei due non ha saputo cogliere l’occasione per vivere l’amore si riavvicineranno prima o poi.

E al destino?

 Sono molto fatalista. Credo che quello che deve succedere accadrà     comunque, che a noi piaccia o no, e questo mi aiuta a vivere la vita serenamente, senza ansie inutili. Del resto noi siamo dei puntini nel grande disegno dell’esistenza, quindi perché affannarsi?

Un romanzo rosa di successo secondo lei quali peculiarità deve avere?

Le caratteristiche tecniche del romanzo rosa ormai le conosciamo tutti: una grande storia d’amore, tante difficoltà da superare e l’immancabile lieto fine. Ai miei romanzi però aggiungo sempre qualche altro “ingrediente”: innanzitutto le emozioni. Un buon libro deve far piangere, oppure ridere, o commuovere profondamente, altrimenti non vale la pena arrivare alla fine. Un’ altra caratteristica per quanto mi riguarda sono le ambientazioni, spesso all’estero, di parte del romanzo. Io amo molto viaggiare, e proprio in questi giorni sto organizzando un viaggio a Istanbul perché il libro che sto scrivendo ora (la storia di Lori, amica del cuore di Olivia) si dipana tra le strade e le piazze di questa magica città.

Un consiglio che darebbe ad una giovane scrittrice emergente….

Non sono la persona più adatta a dare consigli. La mia carriera è agli inizi e ho ancora tantissimo da imparare. Posso solo dire che non bisogna avere fretta di cercare un editore, o di autopubblicare, non appena si scrive la parola “fine” perché c’è ancora del lavoro da portare avanti: innanzitutto tante riletture, una buona revisione, e poi quando possibile consiglio di investire un po’ di soldi per un editing ben fatto.

Perché il lettore del CorriereNazionale.net dovrebbe leggere London Girl?

Perché dentro c’è un po’ di me stessa, tanto amore, qualche guaio, a volte lacrime e a volte risate, un po’ di sbagli e di redenzione, e quando si inizia la lettura è impossibile lasciarlo a metà.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE