fbpx

Recovery sud: “pronti a ospitare Sala e Fontana”

Politica

Pubblicato da:

alle ore: 13:20

La Rete di sindaci Recovery Sud fa sua la lettera aperta di Vito Fusco, sindaco di Castelpoto.
E invita il sindaco di Milano Giuseppe Sala e il governatore lombardo Attilio Fontana come ospiti dei Comuni della Rete per toccare con mano i problemi storici, per risolvere i quali non bastano i soldi del Pnrr, e andare oltre la contrapposizione con il Mezzogiorno. “Puntiamo, invece, a progetti di cooperazione tra le due aree del Paese”.
Ecco il testo della lettera di Vito Fusco:
Caro Beppe Sala, parliamo anche dei 7 miliardi dell’alta velocità ferroviaria Genova- Milano.
Parliamo delle percentuali degli investimenti infrastrutturali degli ultimi 30 anni che si sono concentrati per l’80% nel Centro Nord.
Parliamo dei soldi dell’Expo e delle Olimpiadi invernali. Parliamo dei diritti di cittadinanza negati a milioni di cittadini per la mancata attuazione dei Lep, i livelli essenziali delle prestazioni.
Parliamo degli squilibri nella spesa corrente: ai cittadini del Sud, che sono il 34,2% della popolazione nazionale, va solo il 27,8% dei trasferimenti dallo Stato centrale.
Parliamo di una visione di sistema Paese e delle opportunità che si perdono per la mancata realizzazione del Ponte sullo Stretto e della mancanza di una reale politica industriale per il Sud.
Parliamo della perdita di ruolo nel Mediterraneo per il mancato sostegno alla portualità del Mezzogiorno regalando posizioni alla Grecia e al Nord Africa.
Caro Beppe, cerchiamo di avere una visione strategica, larga e che comprenda l’intera penisola a beneficio di tutti.
La teoria della locomotiva non ha funzionato e ha accresciuto le disuguaglianze.
Passiamo dalla competizione territoriale alla cooperazione nel segno della coesione nazionale. La lotta alle disuguaglianze (comprese quelle territoriali) è la vera sfida della modernità e le forze progressiste devono essere in prima fila su questo terreno.
A tal proposito non è detto che ogni evento internazionale debba svolgersi necessariamente a Milano o ogni insediamento produttivo debba localizzarsi nei suoi dintorni.
Quindi raccogliendo la tua disponibilità, ti chiedo di farti promotore di iniziative per Napoli, Bari, Reggio Calabria, Palermo che sono realtà che hanno potenzialità inespresse e hanno molto da offrire al sistema Paese.
Magari potrai spenderti per realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina che sarà utile anche alla tua Milano.
Con la consapevolezza, caro Beppe, che se cresce il Sud, cresce l’Italia.
Un caro saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube