fbpx

Che cosa non si può fare contro chi non esiste?

Senza categoria

“Deumanizzazione. Come si legittima la violenza”, è un saggio di Chiara Volpato, edito da Laterza. Deumanizzare significa privare un proprio simile dell’umanità, negare l’umanità dell’altro introducendo un’asimmetria tra chi gode delle qualità prototipiche dell’umano e chi ne è considerato privo o carente. La deumanizzazione serve a compiere su altri uomini azioni inaccettabili in un contesto normale.

Se ci si persuade che un uomo è come un topo, è più facile torturarlo, eliminarlo.  “Ci colpivano sempre sotto la vita – sulle cosce, le natiche e i genitali. Ci dicevano che eravamo peggio degli animali e che non avevamo più diritti”, è il racconto di un sopravvissuto alle torture sugli omosessuali in Cecenia. E’ più facile torturare e uccidere chi è peggio degli animali.  Il capo della repubblica cecena Ramzan Kadyrov ha dichiarato: «Non si possono detenere e perseguire persone che semplicemente non esistono nella Repubblica Cecena. Se ci fosse gente simile in Cecenia le forze dell’ordine non avrebbero bisogno di avere a che fare con loro, perché i loro parenti li manderebbero in un luogo da cui non c’è più ritorno».

Ramzan Kadyrov non ha deumanizzato gli omosessuali, non ha negato la loro umanità, ne ha negato l’esistenza. E che cosa non si può fare contro chi non esiste?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE