fbpx

Cuba sul mappamondo Google: accesi i server per Youtube & Co

Scienza&Tecnologia

L’ANNUNCIO

Le nuove infrastrutture consentiranno ai cittadini cubani di usufruire dei servizi di Mountain View con dei tempi di connessione drasticamente ridotti. Big G è la prima Internet company straniera a operare sull’isola

di Andrea Frollà

Una mossa che, oltre ad essere dettata da logiche commerciali, rientra nella strategia di supporto ai Paesi del mondo meno connessi. Tra cui rientra Cuba, dove l’accesso a Internet è limitato nelle abitazioni private e disponibile nei luoghi pubblici solo a pagamento. I server attivati da Big G fanno parte della Google Global Cache, una rete globale che lavora ospitando contenuti popolari su server locali. Ciò consente di ridurre i tempi, offrendo ai cubani un servizio qualitativamente migliore rispetto al sistema usato finora, che fa affidamento su cavi sottomarini collegati al Venezuela.

Per Google non si tratta tuttavia del primissimo passo a Cuba: nel 2014 la compagnia di Mountain View aveva reso disponibile ai cubani Chrome, il programma per navigare sul web. Con la ripresa dei rapporti fra Cuba e gli Usa, fortemente voluta dall’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, Google ha mosso passi più decisi fiutando la possibilità di conquistare mercato.

Google è la prima Internet company straniera a operare a Cuba. A dicembre la compagnia di Mountain View ha raggiunto un accordo con l’Etecsa, la società statale delle telecomunicazioni di L’Avana, per l’installazione di diversi server sull’isola, che da oggi sono pienamente operativi. Le nuove infrastrutture consentiranno ai cittadini cubani di usufruire di alcuni servizi offerti da Big G, come Youtube e Gmail, con una drastica riduzione dei tempi di connessione.

 Condividete la news


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE