fbpx

Il giorno del pentimento

Interviste & Opinioni

Eugenio Zovich

(la Realtà della Vita)

IL GIORNO DEL PENTIMENTO …

A questo mondo siamo solo di passaggio …il ciclo della nostra esistenza è paragonabile ad un ruscello che nasce tranquillo dalla montagna della vita … un ruscello che nel corso del suo tragitto diventa un torrente impetuoso … nel tempo diventa un fiume sempre più grande colmo di esperienze … un fiume che si riversa chissà quando nell’oceano per perdersi in una pace infinita …

Nessuno è perfetto … ogni essere umano, nel corso della sua vita ha detto o ha fatto quello che non doveva dire o fare … in un secondo tempo ci si pente … ma, non si sa come rimettere le cose a posto … la tua coscienza non è tranquilla anche se sono passati molti anni.
Il giorno del pentimento arriva quasi sempre a tarda età … l’età in cui si inizia nel pensare al passato.
I ricordi affiorano al momento in cui vedi come i tuoi figli si comportano verso di te … in questi momenti pensi a come tu ti sei comportata/o con tua madre e con tuo padre in un passato ormai remoto … nel frattempo i tuoi genitori forse non ci sono più.
Riaffiorano anche i ricordi della tua gioventù nel vedere come si comportano i giovani di oggi … riflettendo ti accorgi che anche tu nel passato avevi fatto qualcosa che oggi condanni.
Ricordi di avvenimenti passati che riaffiorano di tanto in tanto nella tua mente … ricordi spiacevoli di situazioni passate di cui ci si pente arrivando all’età della saggezza.
Sono proprio i ricordi dei tuoi errori che spingono nel perdonare i giovani di oggi nel loro comportamento ingenuo ed infantile verso di te o verso la società.
Arrivando all’età della saggezza vorresti consigliare i giovani a non commettere stupidate di cui un giorno si pentiranno … ma … i giovani di oggi pensano solo a godersi la vita, e non a pensare nel come diventare perfetti.
Così avevi anche tu pensato in gioventù.

Quali possono essere stati gli errori del tuo passato ?
Forse anche tu non avevi ascoltato i buoni consigli di tua madre che hai trattato anche male.
Tua madre … la persona che ti ha messo al mondo … la persona che ti ha dimostrato di avere dei sentimenti di vero amore verso di te … sentimenti che tu non hai saputo comprendere e restituire con la medesima intensità.
Tua madre adesso non c’è più … piangere sulla sua tomba chiedendo perdono a nulla serve … ormai è troppo tardi.
Riguardo a tuo padre porti forse ancora oggi dei rancori per il suo comportamento verso tua madre … anche non gli hai perdonato il modo in cui si comportava verso di te con il suo atteggiamento “di voler saper tutto” con dei consigli o imposizioni che tu non accettavi … facevi sempre il contrario di quello che lui voleva …

Da generazione a generazione gli avvenimenti si ripetono con quasi assoluta precisione … il comportamento dei giovani verso i genitori così come anche verso la società sono sempre i medesimi per cui da generazione a generazione nulla cambia … solo le esperienze e l’età cambiano il modo di pensare di una persona.
A tarda età si comprendono gli errori del passato … le esperienze belle e brutte lo hanno insegnato … ma rimettere le cose a posto non si può … nemmeno si sa come … forse è meglio tacere … ma qualcosa nel cuore non ti lascia in pace …
Gli errori del tuo passato li puoi adesso vedere nel comportamento dei tuoi figli … anche loro vanno nella medesima direzione … e tu nulla puoi fare per poterli proteggere ed aiutare con dei buoni consigli … consigli a vuoto … consigli ritenuti un disturbo inaccettabile della loro vita privata.
I figli si perdonano sempre ed in ogni caso anche nel torto … ma si seguono sempre con attenzione, pur rimanendo a distanza per non far nascere nuove e sgradevoli discussioni, sopportando ogni tanto con pazienza le accuse di un lontano passato … accuse che riguardano il comportamento di situazioni avvenute fra una madre ed un padre che i figli non possono essere in grado di comprendere (situazioni del passato che si ripeteranno con quasi assoluta precisione nel loro presente).
Arriverà il giorno anche per loro … giorno in cui li troverai sulla tua tomba chiedendo di perdonarli … ma tu ormai …
Quello che nel corso della nostra vita avviene fa parte di un ciclo che si ripete da generazione a generazione.
Dal momento in cui si nasce fino ad arrivare a tarda età esistono nel corso della nostra esistenza situazioni strettamente legate all’esperienza acquisita fino ad un determinato momento della nostra vita … gli errori sono già programmati … errori che fanno parte di una evoluzione mentale che solo a tarda età si possono comprendere.

Il giorno del pentimento arriva sicuramente per ogni essere umano … ma quando arriva non trovi più chi ti possa perdonare … forse sei già stata/o perdonato da chi finalmente ha compreso come funziona la vita … forse questa persona non esiste più … forse ti osserva dall’alto e ti perdona porgendoti la sua invisibile mano.
Ammettere apertamente i propri errori è già un perdono … nel giorno del pentimento la tua coscienza ritorna in pace.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE