fbpx

Sbarco migranti porto di Bari

Italiani nel mondo

 

BARI –  Nella mattinata odierna è attraccata al porto di Bari, banchina n. 31 del Molo Foraneo, la nave Peluso della Guardia Costiera con a bordo 248 migranti di cui 50 minori e una donna incinta provenienti dall’area Subsahriana.

Sotto il coordinamento della Prefettura di Bari, a seguito di preliminari riunioni, è stato prontamente attivato un sistema di assistenza e soccorso con il coinvolgimento della Direzione Generale, dell’ assessorato Welfare e del servizio di pronto intervento sociale del Comune di Bari, di tutte le Forze dell’Ordine in particolare della Questura ufficio Immigrazione nonché della Direzione Marittima e della Capitaneria di Porto. Sul posto sono intervenute le unità mobile dei Carabinieri e del Comando P.M. nonché personale sanitario della A.S.L. di Bari che ha allestito un  P.M.A. (Posto Medico Avanzato) dotato di affinate strumentazioni tali da garantire la migliore assistenza sanitaria. Il  personale della C.R.I. ha concorso nel prestare supporto alle operazioni di accoglienza. A sostegno sono anche intervenute le associazioni non governative Save the Children, UNHCR e O.I.M.. e personale della Caritas di Bari Bitonto.

Ai migranti è stato prestato screening sanitario e somministrati generi di prima necessità, viveri e vestiario. Alcune persone bisognose di cure sono state trasferite presso le locali strutture sanitarie.  L’Acquedotto Pugliese ha messo a disposizione autobotti e sacche di acqua. L’assistenza è stata garantita altresì con l’ausilio di  mediatori culturali presenti in loco.

A conclusione delle operazioni di identificazione i migranti saranno trasferiti nelle regioni Toscana, Marche, Abruzzo e Umbria con pulman messi a disposizione dalla Prefettura.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE