fbpx

Pensione, riscatto gratis della laurea

Senza categoria

Il riscatto della laurea a carico della fiscalità generale . Questa la proposta avanzata dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, spiegata ieri alla platea dei Giovani democratici in occasione dell’iniziativa ‘Facciamolo sapere’, assemblea della rappresentanza studentesca dei Gd.

“L’ipotesi è fiscalizzare il periodo contributivo legato allo studio universitario e post-laurea – aveva spiegato Baretta lo scorso aprile, durante la presentazione della proposta al convegno ‘Preservare le generazioni future’ promosso dalla Cassa nazionale di previdenza e assistenza dei dottori commercialisti – ovviamente a certe condizioni, come ad esempio che gli studi siano conclusi nei tempi”.

“E’ una mia proposta di lavoro – aveva aggiunto – che può anche avere il vantaggio di incentivare i giovani a laurearsi. Si tratterebbe di una copertura figurativa che anticipa il lavoro“.

La proposta del sottosegretario è fra quelle in discussione al tavolo aperto il 4 luglio scorso tra governo e sindacati sulla cosiddetta ‘Fase 2’ della riforma delle pensioni. In sostanza Baretta, al fine di consentire il raggiungimento dell’età pensionistica in anticipo rispetto ai tempi, propone di fiscalizzare i contributi corrispondenti agli anni di studio per il conseguimento della laurea. L’idea nasce dall’esigenza di evitare una differenza penalizzante fra quanti hanno iniziato a lavorare e a versare contributi dopo il 31 dicembre 2015 – che andranno in pensione con il metodo contributivo – e quanti hanno iniziato prima, beneficiando del metodo retributivo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE