fbpx

L’Austria contro l’Italia, ‘lasciate i migranti a Lampedusa’

Italiani nel mondo

​L’Austria ‘chiudera’ il Brennero se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare’. L’ha assicurato il ministro degli esteri austriaco Sebastian Kurz, dopo un incontro a Vienna con il suo omologo italiano Angelino Alfano, chiarendo che ‘pretendiamo che venga interrotto il traghettamento di migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, verso la terraferma’.

“Pretendiamo venga interrotto il trasferimento di migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, verso la terraferma”: lo ha detto oggi il ministro degli Esteri dell’Austria, Sebastian Kurz, dopo un incontro a Vienna con il suo omologo italiano Angelino Alfano. “Se l’Italia dovesse continuare con i trasferimenti sulla terraferma da dove i migranti proseguono verso nord – ha detto Kurz – non aumentera’ solo il sovraccarico in Europa centrale ma continueranno anche gli annegamenti”. Secondo il ministro austriaco, “il salvataggio in mare non deve essere un ticket per l’Europa centrale”. Le dichiarazioni, riferisce l’edizione online del quotidiano ‘Kronen Zeitung’, sono state rilasciate a margine di una riunione a Vienna dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

“Non puo’ essere che persone salvate nel Mar Mediterraneo vengano portate in Italia sulla terraferma e poi portate verso nord. Il traffico che c’e’ tra Lampedusa e la terraferma non puo’ esistere”, ha dichiarato Kurz alla stampa dopo l’incontro a Vienna con Alfano. “Fino a quando gli scafisti guadagneranno sempre piu’ soldi, ci saranno anche sempre piu’ morti”, ha aggiunti il ministro degli Esteri austriaco. “Con l’Italia siamo concordi sul ruolo delle Ong. Ci sono Ong che lavorano bene, altre che lavorano in collaborazione con gli scafisti e questa cosa deve finire – ha proseguito Kurz che ha ribadito che il confronto con il ministro Alfano e’ stato corretto -. Ad aprile sono stato criticato molto in Austria ma anche in Europa per il ruolo delle Ong, adesso i problemi sono noti. Adesso che e’ stato stilato il criterio di come devono operare le Ong bisogna procedere al sequestro delle navi per chi non si mettera’ in regola”.

“Il ministro Kurz vuole trasformare Lampedusa in un campo di internamento per migranti. Questa non e’ l’Europa per cui ci battiamo”, ha commentato su Twitter il capogruppo socialista al Parlamento europeo, Gianni Pittella. E il sindaco di Lampedusa, Toto’ Martello, ha rincarato la dose. “Una dichiarazione del genere – ha tuonato – me la sarei aspettata da un naziskin, non certo da un rappresentante delle istituzioni di un Paese della Comunita’ Europea. Evidentemente Kurz non sa neppure quanto e’ grande Lampedusa, e dimentica che nella nostra isola vivono seimila persone che si sentono europee”. “Dalle parole che ho letto – aggiunge il sindaco – capisco che il ministro non sa come avvengono gli sbarchi, in quali condizioni vengono soccorsi i migranti che arrivano a Lampedusa, e non sa quanti sforzi compiono quest’isola e i suoi abitanti per l’accoglienza umanitaria”. 

Parlando alla festa dell’Unita’ di Milano, il ministro degli interni Marco Minniti ha ammonito: “Non dobbiamo consegnare l’Italia ai cattivi maestri della demagogia. Devo trasmettere un messaggio che questo meccanismo dell’immigrazione va governato e va governato nel rispetto dei diritti della persona”. Minniti ha assicurato: “Io voglio governare i flussi illegali, e su questo ci ho messo la faccia. So bene che a quel punto il popolo italiano mi capira’: di fronte al blocco dei flussi illegali potro’ aprire i flussi legali”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE