fbpx

Bari: peccato, sfuma il sogno di una notte di mezza estate. Ma un ottimo Bari

Sport & Motori

Moena (TN) – Peccato: un sogno di una notte di mezza estate spezzato via per un soffio. E già, perché questo pazzo pazzo Bari, ancora in laboratorio in attesa della pozione magica per poter iniziare il lungo torneo di B, è andato molto vicino alla vittoria in questo test impegnativo contro la Fiorentina di Pioli.

E’ pur vero che le vittorie di luglio contano quanto un unghia incarnita, ma se fosse uscito vincitore, questo Bari, avrebbe acquistato in autostima ancor di più di quanto, sicuramente, ha acquisito dopo questa gara giocata nella Fata delle Dolomiti, vale a dire nella splendida Moena.

Grosso ha mandato in campo Micai in porta, Morleo e, a sorpresa, Tello terzini, Tonucci e Capradossi centrali, Basha davanti alla difesa, Busellato e Brienza mezzali, Improta e Galano esterni, Nenè centravanti

Il primo tempo è scorso via con la Fiorentina che ha fatto la gara ed il Bari che è riuscito magistralmente e con poche sbavature a contenere le sfuriate viola, quasi sempre primi sul pallone e sempre attenti. Fino al 31′ quando Improta, alla prima vera occasione gol, ha portato in vantaggio il Bari grazie anche ad un errore difensivo di Atsori.

Fino alla fine del primo tempo abbiamo assistito ad un forcing viola con alcune occasioni gol sulle quali Micai si è fatto trovare sempre pronto grazie anche ad una difesa (ed ad un Basha), a tratti rozza, ma assolutamente efficace.

Nel secondo tempo il Bari ha cambiato pelle con la solita girandola di cambi. Dunque inutile ogni considerazione se non quella di aver visto un Bari sempre in palla, sempre attento in difesa nonostante il pareggio di Baez, di tacco, che non è la cantautrice americana ma un bravo giovane fiorentino, su assist di Sottil.

Bari che ha perduto un po’ in lucidità tanto che ha badato solo e sempre a difendersi e a cercare di alleggerire sulla trequarti viola senza risultare mai veramente pericoloso per gli avversari.

Buon test, dunque, per Grosso che a fine gara si è dichiarato soddisfatto della prestazione dei ragazzi biancorossi.

Anche il Presidente Giancaspro si è mostrato soddisfatto: “E’ stata più che una amichevole seguita in panchina, con grande agonismo, a tratti non esattamente un’amichevole, con due cartellini gialli ed entrambe le squadre che hanno giocato per comprendere il proprio meccanismo di gioco. Ho seguito Grosso dalla panchina dove ero seduto, mi è parso una persona equilibrata e con idee chiare, ritengo sia un buon condottiero per questo gruppo molto attento ad ascoltare le sue direttive con una buona organizzazione di gioco che pian piano sta prendendo corpo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE