fbpx

Bye bye capelli lunghi, ora si portano così

Senza categoria

Tilda Swinton, Katy Perry, Cara Delevingne e Kristen Stewart tutte con look supercorto ossigenato alla sfilata di Chanel Haute Couture (Afp)

di Federica Mochi

Le ultime ad averlo adottato si chiamano Kristen, Katy e Cara. E alla sfilata di Chanel, qualche mese fa, sono apparse tutte con lo stesso taglio di capelli, un chop cut ossigenato che ha fatto scorrere fiumi d’inchiostro tra gli addetti ai lavori. “Si saranno messe d’accordo?”, “Non è troppo maschile?”. Ma soprattutto: “Durerà dopo l’estate?”. La risposta è sì. La pettinatura più cool del rientro è proprio quella che da una manciata di stagioni ha messo d’accordo star di Hollywood e cantanti internazionali, da Tilda Swinton a Katy Perry, passando per Cara Delevingne e Kristen Stewart.

Il taglio di stagione è cortissimo e color platino, o se preferite, sfumato nella palette del ghiaccio e biondo ossigenato, fino a tonalità più eccentriche come il grigio, il verde o il rosa baby. Abbandonate le chiome lunghe e seducenti, i capelli alla maschietta sembrano aver fatto breccia nel cuore delle trend-setter che contano. Un look tutt’altro che maschile, ma che riesce a mettere in risalto sguardo e labbra. Del resto, negli ultimi anni, il supercorto ha conosciuto un revival senza precedenti, e sembra lontano dall’imboccare la strada del tramonto. Versatile e pratico, il taglio minimal ormai non marca più una rottura con il passato nella vita di una donna. Al contrario, chi lo adotta sa bene di diffondere un’idea forte di femminilità, legata tradizionalmente a chiome lunghe e vaporose.

Lo sa bene Cara Delevingne, aprifila del corto estremo. Per esigenze di copione, l’ex mannequin ha detto addio alla sua folta chioma bionda per adottare un taglio ultracorto, con il quale ha debuttato a maggio al Met Gala, l’evento di moda più glamour dell’anno. Un look che non è certo passato inosservato (la testa rasata, per l’occasione, era stata pennellata d’argento, stessa nuance scelta per il tailleur haute couture di Chanel, ndr) e che è valsa all’ex supertop una valanga di critiche.

“E’ estenuante sentirsi dire cosa è bello – si poi è sfogata Delevingne su Instagram – Sono stanca della società che definisce per noi i canoni di bellezza. Toglietevi i vestiti, rimuovete il trucco, tagliate i capelli. Cancellate tutti i beni materiali. Chi siamo? Come si definisce la bellezza? Cos’è che è davvero bello?”. Cara si è avvicinata gradualmente al suo nuovo beauty look. Dopo il caschetto platino, l’ex modella aveva optato per un pixie cut rosa prima di passare l’undercut, in vista della prossima pellicola che la vede protagonista ‘Life in a Year’, nella quale interpreta una ragazza malata di cancro.

Dello stesso avviso è Kristen Stewart, musa di Karl Lagerfeld e volto di ‘Twilight’. Abbandonati i panni di Bella, tagliare le lunghe chiome castane deve essere stato liberatorio anche per l’attrice, da sempre trasformista in fatto di acconciature. Testa biondo ghiaccio, a Parigi l’attrice ha optato per un chop cut freddo, un taglio cortissimo, molto sbarazzino, che mette in risalto i suoi lineamenti definiti e gli occhi verdi.

Più versatile e sicuramente adatto a tutte le teste, il pixie cut scelto da Katy Perry, con ciuffi più voluminosi rispetto ai quelli di Cara Delevingne e Kristen Stewart. Il pixie cut è il taglio che non passa mai di moda. Per intenderci, quello ideato dal celebre parrucchiere Vidal Sassoon nel 1968 per Mia Farrow in ‘Rosemary’s baby’, e che è tornato in auge grazie a Hollywood: da Scarlett Johannson a Michelle Williams, passando per Carey Mulligan ed Emma Watson sono tante le dive diventate adepte del pixie 2.0.

Un corto che sta bene a tutte, dalla donna che ha voglia di cambiare o sbarazzarsi di chiome rovinate, alle p giovani alla ricerca del look di stagione. Senza mezze misure, però. Della serie ‘se dovete tagliare corto, tagliate cortissimo’.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE