fbpx

Berlusconi: “Mezzo milione di migranti costretto a delinquere”. “M5s? Una setta”

Politica italiana e internazionale

E sulla cessione del Milan assicura: “Usate banche di alto livello, tutto regolare”

Il Movimento 5 Stelle “è quasi una setta, che prende ordini da un vecchio comico e dal figlio sconosciuto dell’altro comico, adesso defunto”. Silvio Berlusconi, ospite di Barbara D’Urso su Canale5, continua ad attaccare i pentastellati. Secondo l’ex premier, “porterebbero l’Italia verso un vero disastro”, imponendo “una morsa letale sul ceto medio, con un’imposta di successione vicina al 50% e con un’imposta patrimoniale”. E poi, aggiunge Berlusconi, “potrebbero portare al governo i peggiori rappresentanti della magistratura militante”.

“Ad oggi – continua il leader di Forza Italia – c’è in campo una formazione ribellista e pauperista che è assolutamente pericolosa, direi quasi più pericolosa dei post-comunisti di allora”, cioè del 1994, quando “scesi in campo”, perché altrimenti “sarebbero andati sicuramente al potere”. 

Sull’emergenza migranti, poi, Berlusconi non usa mezzi termini. “Dobbiamo innanzitutto bloccare l’immigrazione clandestina e organizzare i rimpatri di chi è rimasto in Italia”. “Ci sono 500.000 clandestini costretti a vivere di espedienti e a delinquere”, aggiunge.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE