fbpx

Quando ai piedi delle Cascate arrivavano le contesse

Ambiente & Territorio

Nicola Andreoletti

C’è una nuova compagnia teatrale a Valbondione. Si chiama “Gheranaölta” (C’era una volta). Un nome che è anche un programma. L’ambizione dichiarata, infatti, è riportare in vita – sul palcoscenico e non solo – il paese d’inizio Novecento, con le sue storie e i suoi personaggi. Il debutto è in calendario tra una settimana, con la commedia inedita “I contèse ai Cascàde”.

«Il progetto è nato circa un anno fa ed è stato sostenuto, anche economicamente, dall’Amministrazione comunale – spiega la sindaca Sonia Simoncelli -. Abbiamo così voluto avviare un percorso per la valorizzazione della cultura e dell’identità locale. Nel teatro vediamo lo strumento ideale per trasmettere questi aspetti della nostra tradizione».

Il progetto, coordinato da Cinzia Baronchelli del gruppo Artelier, vede coinvolte una quindicina di persone, quasi tutte del paese. La commedia che metteranno in scena è il punto d’arrivo di un lavoro di ricerca sulla storia del paese. Un recupero del passato e delle tradizioni che passa anche attraverso la riscoperta del dialetto.

«“I contèse ai Cascàde” – spiega Cinzia Baronchelli – è ambientata il 10 agosto 1908, giorno della festa patronale di San Lorenzo. In quel periodo Valbondione era una località rinomata e ospitava per le vacanze l’aristocrazia lombarda. Arrivavano personaggi illustri che venivano ospitati all’albergo Cascata. La commedia racconta proprio l’incontro tra questi personaggi e la gente del posto».

Alcuni componenti della compagnia con la sindaca Sonia Simoncelli e Cinzia Baronchelli

Ci sarà da ridere, assicurano i protagonisti. Il gruppo ha infatti voluto dar vita a una “farsa storica”, dove il passato viene rievocato con una buona dose di ironia. La “prima” andrà in scena sabato 10 febbraio, alle 21 nella sala polifunzionale del palazzetto dello sport di Valbondione (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Ma la compagnia non ha intenzione di fermarsi qui. C’è infatti l’intenzione di portare la commedia in altri paesi. E, nel frattempo, un altro progetto bolle in pentola. L’idea, questa volta, è di valorizzare i “sentai”, le sedute che si trovano all’esterno delle abitazioni di una volta, punti di ritrovo e aggregazione. «Stiamo pensando a piccole scenette, da proporre in certi momenti dell’anno – prosegue Cinzia Baronchelli -. I personaggi resteranno gli stessi della commedia. Vogliamo infatti diventare i “Legnanesi della Valle Seriana”».

La compagnia “Gheranaölta” è formata Osvaldo Simoncelli, Umberto Gaiti, Iole Simoncelli, Antonio Venturetti, Claudio Trivella, Renato Rodari, Piera Salvoldi, Ilenia Girelli, Tina Albricci, Cristina Tonoli, Milena Pastelli, Alessia Piffari, Bianca Giudici Tiziana Fornoni, con il supporto di Giorgia Simoncelli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE