fbpx

 Tesi sul fenomeno delle lettere ai giornali

Cronaca

Non so se nelle università sia mai stata fatta da qualche studente una tesi sul fenomeno delle lettere ai giornali. Sarebbe interessante a mio parere. Si potrebbe anche scrivere un libro sul fenomeno. C’è chi per una volta nella vita scrive una lettera ad un giornale, chi scrive più volte, e chi scrive continuamente. Esistono lettori che hanno scritto e visto pubblicate centinaia se non migliaia di lettere.

Quali i motivi che li spingono a scrivere?  La soddisfazione di vedere il proprio nome sul giornale? Il bisogno di far sentire la propria voce? Interessante sarebbe anche analizzare i criteri in base ai quali i giornalisti addetti scelgono le lettere da pubblicare. Ma le lettere scritte dai lettori sono sempre realmente quelle pubblicate? Il testo non ha subito modifiche?  Alcuni giornalisti, rispettosi degli autori delle missive, pubblicano i testi senza permettersi di modificarli, al più, per ragioni di spazio operano qualche taglio. Altri giornalisti, meno rispettosi, modificano il testo non alterandone però il significato. Altri ancora meno rispettosi, manipolano il testo. Esistono poi giornalisti, ma questa è faccenda personale, che prendono in antipatia il lettore che li ha criticati, e si “vendicano” cestinando le lettere che prima pubblicavano regolarmente. Ma questa è storia personale. Studenti non la mettete nella tesi!

Renato Pierri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE