fbpx

Un grazie di cuore a tutti  ed un arrivederci”

Cronaca

CRISPIANO – “un grazie di cuore a tutti  ed un arrivederci”, è il titolo della nota inviata dal coordinatore locale di Forza Italia, Michelangelo Serio, assessore uscente dell’Amministrazione Ippolito che ritiene “doveroso, anzitutto verso gli elettori di Forza Italia, ma non solo, spiegare le ragioni che hanno portato a non candidarmi alle prossime elezioni e dire la mia su alcune vicende”.

“Pur consapevole della conclusione anticipata della legislatura – scrive l’ex Assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici,  ho preferito stare al mio posto fino alla fine, non mollare o tradire la fiducia degli elettori, arrivando a rincorrere per le scale un collega e pregarlo di rientrare in consiglio comunale  e portare a buon fine un finanziamento regionale in materia di rigenerazione urbana pari a ben 5 milioni di euro tra Crispiano, Statte e Montemesola, per citare solo l’ultimo finanziamento per il quale ci siamo spesi. Finanziamento, che al pari di tutti gli altri portati a casa ed in corso di assegnazione in materia di Urbanistica e Lavori Pubblici, sono stati tutti promossi, confezionati ed avviati dall’Assessorato a me affidato, dove l’unico criterio per le risorse che sono state assegnate è stato la titolarità dei requisiti, la pronta disponibilità delle progettazioni ed il corretto confezionamento dei relativi bandi di ammissione. Il resto è propaganda…”.

“Da Assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici – prosegue Serio – in poco più di quattro anni, tra tante difficoltà ed ostracismi a tutti i livelli, sono stati centrati una serie di risultati che sono sotto gli occhi di tutti e che oggi sono patrimonio dell’intera comunità crispianese, che adesso può vantare livelli di vivibilità di gran lunga superiori – in materia di edilizia scolastica (scuole e palestre), sportiva (campo sportivo) e culturale e del tempo libero (cinema teatro) – rispetto agli anni bui di qualche tempo fa: così abbiamo definitivamente tappato la bocca a chi mi accusava di averle fatte chiudere, strutture oggi, fruibili da tutti, ma soprattutto poste in sicurezza”.

   “Risultati questi frutto di anni di impegno e dedizione – sottolinea il rappresentante di Forza Italia – dove, lo sanno tutti, non c’è stato nessun lavoro di squadra; oggi, in campagna elettorale, chi fa pubblicità di queste opere realizzate (Gente Comune), si è ben guardato dal citare chi per quelle opere si è speso: eppure bastava un grazie…..

La propaganda di questi tempi la fa da padrona, ma non si può star zitti se la correttezza diventa un optional e le verità vengono capovolte pur di captare qualche voto in più, ascrivendo con disinvoltura meriti e successi ad una lista dove in tanti non sanno neanche di cosa stiamo parlando”.

Michelangelo Serio invita le parti interessate ad un’informazione più corretta  perché i cittadini sanno bene come sono andate le cose e sapranno giudicare: “personalmente – dice – ritengo solo di aver fatto il mio dovere, fino in fondo, in termini di assoluto servizio; e tale consapevolezza mi dà serenità ed un senso di compiacimento per non aver sprecato un’occasione importante per rendere un servizio alla comunità”. Aggiunge poi che “il panorama elettorale non è dei migliori: al di là dei 5Stelle che potranno essere la novità o ripetere l’exploit delle politiche, da una parte la sinistra si presenta divisa e frammentata; dall’altra, la destra dalla quale siamo ancora in attesa di avere risposte che mai arriveranno, si è persa nel tentativo di proporre interpreti capaci solo di issarsi su un piedistallo, incapaci di confronto con i possibili alleati, che sarà necessario riprendere”.

Rivendica poi il suo ruolo, chiedendosi :”Quinta lista di professionisti ? Sarà, ma allora perché hanno contattato Pietro Lospinuso e Michele di Fonzo, Coordinatore provinciale di Forza Italia che li ha rispediti a me come referente del partito su Crispiano ? Forse cercavano due quotati professionisti, un avvocato ed un commercialista, da mettere in lista ? Alle elezioni politiche del 4 marzo scorso all’On.le Gianfranco Chiarelli, candidato della coalizione di centro-destra, il  partito di Forza Italia a Crispiano lealmente ha fatto arrivare 1.139 voti, quasi il doppio dei 652 voti della «sua» lista  Noi con l’Italia. All’interno della lista «Gente Comune», con tutti i distinguo del caso, si poteva anche  trovare una sintesi politica, se solo fossero stati riconosciuti i numeri e le proporzioni delle forze in campo e fossero prevalsi i criteri della meritocrazia, ma i giochi erano già stati fatti in tempi non sospetti e con largo anticipo da chi muove i fili. Ne abbiamo preso atto e voteremo di conseguenza”.

Serio conclude  che questa volta una sua nuova candidatura non è stata possibile, in ragione di vicende professionali che l’hanno portato ad una progressione della carriera, ma l’impegno per il territorio rimane e che “Queste precisazioni andavano fatte, senza animosità verso nessuno, augurando le migliori fortune a tutti, auspicando che l’informazione diventi più corretta e più aderente alla verità; ringrazia coloro che hanno attestato stima e simpatia  e da un arrivederci ai prossimi appuntamenti elettorali (europee e regionali), anzi, molto prima, dice. In questa campagna elettorale, pur caratterizzata da spaccature e accordi incomprensibili, non in tutte le liste, che vanno al di là delle espressioni partitiche tradizionali di destra e di sinistra, si riscontrano  diversi disimpegni volontari di persone valide, dovuti a incomprensioni e scissioni all’interno dei partiti. Sono poco comprensibili se si considera l’impegno profuso,come quello di Michelangelo Serio, di Chiara Lodeserto, di Anna Sgobbio, di Vito Paciulli, di Stefano Liuzzi e di altri ex amministratori di maggioranza e di minoranza. Sarebbe utile conoscere le vere ragioni che rendono la politica sempre più invisa ai cittadini e penalizzante per chi seriamente intende adoperarsi per il bene della collettività. L’occasione buona per far capire è proprio la campagna elettorale in corso.

Michele Annese 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE