CulturaVeneto

Il racconto del paesaggio del Conegliano Valdobbiadene

Un dialogo tra Philippe Daverio e Gian Mario Villalta
Venerdì 17 maggio alle ore 18.00 Ex Convento di San Francesco a Conegliano 

SOLIGHETTO – Nell’ambito delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario della Denominazione, il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG ha organizzato l’incontroIl racconto del paesaggio del Conegliano Valdobbiadene tra il critico d’arte e volto televisivo Philippe Daverio e lo scrittore e poeta Gian Mario Villalta. L’appuntamento è per venerdì 17 maggio alle ore 18 negli spazi dell’Ex Convento di San Francesco a Conegliano.

“L’impegno del Consorzio in favore dell’arte trova maggior vigore nell’anno in cui celebriamo i Cinquant’anni della Denominazione” dichiara Innocente Nardi Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG “Le colline del Conegliano Valdobbiadene da secoli sono fonte di ispirazione artistica, non solo nell’ambito delle arti figurative ma anche in ambito letterario. L’intento della serata è far emergere, grazie al dialogo tra Philippe Daverio e Gian Mario Villalta, il valore culturale, umano ed economico che ancora oggi questo paesaggio è in grado di rappresentare in qualità di teatro quotidiano della vita locale. Il paesaggio in cui viviamo, e la cui bellezza contribuiamo a conservare con il nostro lavoro di viticoltori, è uno dei nostri valori più preziosi. La Candidatura Unesco è un’ulteriore testimonianza di questo valore.”

Nell’anno del Cinquantesimo anniversario della Denominazione, affrontare il tema del paesaggio del Conegliano Valdobbiadene è un modo per sottolineare quanto anche la passione per il lavoro in vigna sia ispirata e alimentata dalla bellezza di queste colline e nello stesso tempo fautrice della stessa bellezza. Una natura modellata dall’uomo, che ha prodotto un paesaggio divenuto parte integrante della tradizione culturale veneta e, in particolare, del territorio del Conegliano Valdobbiadene.

L’incontro è introdotto da Innocente Nardi, Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore e da Emanuela Bassetti, Presidente e amministratore delegato di Civita Tre Venezie.
Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG è l’ente privato, nato nel 1962, che garantisce e controlla il rispetto del disciplinare di produzione del Prosecco Superiore DOCG. Lo spumante prodotto sulle colline tra Conegliano e Valdobbiadene (TV) ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata nel 1969 e la Denominazione di Origine Controllata e Garantita nel 2009. Il territorio di produzione comprende 15 comuni: Conegliano, San Vendemiano, Colle Umberto, Vittorio Veneto, Tarzo, Cison di Valmarino, San Pietro di Feletto, Refrontolo, Susegana, Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Follina, Miane, Vidor e Valdobbiadene. Il Consorzio, attualmente presieduto da Innocente Nardi, ha sede in località Solighetto a Pieve di Soligo, raggruppa 185 case spumantistiche e tutte le categorie di produttori (viticoltori, vinificatori e imbottigliatori). Opera principalmente in tre aree: la tutela del prodotto, la sua promozione e la sostenibilità della produzione, in Italia e all’estero, dove promuove la conoscenza del prodotto attraverso attività di formazione, organizzazione di manifestazioni e relazioni con la stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE