Cultura

Indagine sul disegno più enigmatico di Leonardo

Nel quinto centenario della morte del più grande genio di tutti i tempi, gli Uffizi annunciano nuovi studi su “La testa di Vecchio con Giovane”, allegoria della vita dell’uomo

UFFIZILEONARDO DA VINCI

“Una grande celebrazione del genio di Leonardo Da Vinci come modello per i giorni nostri”. Lo ha affermato Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze, all’atto della presentazione di ‘Genio&Impresa’, una tavola rotonda organizzata da Confindustria Firenze insieme agli Uffizi per il 3 maggio a Palazzo Pitti. Moderato da Bruno Vespa, l’incontro vedrà insieme Andrea Bocelli, Vittorio Sgarbi, l’architetto Mario Botta e la chef Annie Feolde.

Con loro i presidenti di Assolombarda, Carlo Bonomi, di Confindustria Firenze, Luigi Salvadori, e il presidente di Confindustria nazionale, Vincenzo Boccia.

Era ambidestro

Come ha spiegato Salvadori l’evento, a inviti, ospitato nel Cortile dell’Ammannati, avverrà in concomitanza con l’avvio a Firenze degli State of the Union e sarà trasmesso dal vivo su Internet.

Con questo, ha spiegato il presidente di Confindustria Firenze, “Iniziamo le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo, avvenuta il 2 maggio, come primo appuntamento di una serie che si sposterà poi a Milano organizzati da Assolombarda”.

Per la Galleria degli Uffizi, ha spiegato Schmidt, resta alta l’attenzione su Leonardo: dopo la conferma scientifica dell’ambidestria arrivata dagli studi sul Disegno 8p realizzati dall’Opificio delle Pietre dure di Firenze, ora anche tutti i disegni degli Uffizi attribuiti a Leonardo saranno sottoposti alle stesse analisi all’avanguardia.

“Una trentina di disegni – ha aggiunto Schmidt – che saranno analizzati durante l’anno; fra questi la Testa di Vecchio con Giovane, forse il più famoso ed enigmatico. Con le moderne tecnologie potremo rivedere certezze e scoprire nuove informazioni su queste opere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE