fbpx

Sequestro da 1 mln di euro per il capo ultras del Milan Lucci

Cronaca

Sequestro da 1 milione di euro per il capo ultras del Milan Luca Lucci, noto anche per le polemiche nate attorno alla foto dello scorso dicembre insieme al vicepremier Matteo Salvini mentre i due si stringono la mano. La polizia ha messo i sigili a un complesso immobiliare di recentissima costruzione di due piani con autorimessa, un‘Audi Q5 , dei conti correnti e alla gestione di un locale, luogo storico di ritrovo degli ultras del Milan.

Il provvedimento è scattato dopo accertamenti patrimoniali. Secondo gli investigatori Lucci, di professione elettricista, in realtà traeva le sue principali fonti di sostentamento dal traffico degli stupefacenti. Attività questa già negli archivi delle forse dell’ordine. L ucci era stato arrestato nel maggio dello scorso anno per spaccio di stupefacenti in concorso con altri pregiudicati, reato per cui è stato condannato. Annovera poi precedenti per gravi reati contro la persona, in relazione alla sua appartenenza al mondo ultras.

Il sequestro è stato emesso dal Tribunale sezione Misure di prevenzione di Milano, presieduta da Fabio Roia che ha accolto la proposta della Questura. Si tratta della prima applicazione in Lombardia di una misura di prevenzione patrimoniale per un esponente delle tifoserie organizzate, in questo caso del Milan, che ha portato al sequestro da 1 milione di euro a Luca Lucci accusato di aver stretto consolidati legami con la criminalità organizzata legata al mondo del traffico di stupefacenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE