fbpx

Paracanottaggio, ragazza di Sovere argento ai mondiali

Lombardia

Maryam Afgei con la medaglia d’argento

Arrivano buone notizie dai mondiali di canottaggio e paracanottaggio in corso a Linz, in Austria. Una ragazza di Sovere è salita sul podio.

Maryam Afgei, paratleta di 16 anni della Canottieri Sebino, ha conquistato oggi (venerdì 30 agosto) la medaglia d’argento insieme a Greta Elizabeth Muti. Nella finale del due senza PR3 femminile, le due azzurre hanno chiuso con il tempo di 9’20″71 dietro agli Stati Uniti, medaglia d’oro con il tempo di 8’06″51.

Maryam Afgei ha gareggiato anche nel doppio PR3 misto con Gianfilippo Mirabile, chiudendo al sesto ed ultimo posto la Finale A. L’oro è andato alla Russia, davanti all’Austria e agli Stati Uniti.

Naturalmente, tanta emozione alla cerimonia di premiazione. A complimentarsi con le due ragazze è arrivato anche il presidente della Federazione italiana canottaggio, Giuseppe Abbagnale, uno dei mitici fratelloni d’Italia. Grande gioia anche per la famiglia di Maryam: la sorella, la mamma Stefania e il papà Parviz, che l’hanno seguita sul campo di regata di Linz. In Italia, invece, c’era praticamente tutta la Canottieri Sebino a fare il tifo in diretta.

Il capitolo dei Campionati mondiali si chiude per la sedicenne di Sovere, atleta ipovedente, con un bottino importante. Era la più giovane della kermesse iridata, alla sua prima vera esperienza internazionale, e ha gareggiato in due finali, è diventata vicecampione del Mondo nel 2 senza e torna a casa con un bel sogno da coltivare. L’anno prossimo in Giappone, a Tokyo, ci saranno le Olimpiadi  e la barca del 4 senza, di cui Maryam era riserva a questi mondiali, ha staccato il pass olimpico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE