fbpx

Passi del Vangelo imbarazzanti per la Chiesa

Senza categoria

 “Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano” (Mt 6, 19 – 20).

“Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire a Dio e a mammona” (Lc 16,13).

“Non procuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché l’operaio ha diritto al suo nutrimento” (Mt 10, 9 – 10).

“Gesù a lui: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e così avrai un tesoro in cielo: poi vieni e seguimi»” (Mt 19,21).

“E chiunque ha lasciato case o fratelli o sorelle o padre o madre o moglie o figli o campi per il mio nome, riceverà il centuplo ed erediterà la vita eterna” (Mt 19, 29).

“Alzati gli occhi verso i suoi discepoli, Gesù diceva: «Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati” (Lc 6, 20 – 21). Ma guai a voi, ricchi, perché avete già la vostra consolazione. Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame” (6, 24 – 25).

 La chiesa dei primi tempi, avendo forse fresco il ricordo di Gesù, tenne nella giusta considerazione questa parte rilevante della sua predicazione. Negli Atti degli Apostoli, infatti, si legge:  “La moltitudine di coloro che avevano abbracciato la fede aveva un cuore ed un’anima sola. Non v’era nessuno che ritenesse cosa propria alcunché di ciò che possedeva, ma tutto era fra loro comune” (Atti degli Apostoli, 4, 32 ).

Poi, a poco poco, col passare dei secoli, la Chiesa ha dato sempre minore importanza a questi passi del Vangelo. La Chiesa ha accumulato tesori sulla terra, non temendo tignola e ruggine o ladri che scassinano e rubano. La Chiesa non ci tiene alla perfezione e quindi non vende quello che ha per darlo ai poveri. Molti uomini della Chiesa hanno lasciato fratelli e sorelle e padre e madre, ma si sono guardati bene dal lasciare case e campi o altri beni.

Per molti uomini della Chiesa è diventata oltremodo imbarazzante la risposta che il precursore del Cristo diede alla folla: “Chi ha due tuniche ne dia una a chi non ne ha; e chi ha del cibo faccia lo stesso” (Lc 3,11). 

E’ quindi molto probabile che attualmente molti uomini all’interno della Chiesa ed ovviamente all’esterno della Chiesa, desiderino fortemente che la Chiesa continui ad ignorare una parte così rilevante e importante della predicazione di Gesù.

E’ molto probabile che rispondano a verità le parole di padre Arturo Sosa, preposito Generale della Compagnia di Gesù: “Ci sono persone, sia all’interno che all’esterno della Chiesa, che vorrebbero che Papa Francesco desse le dimissioni, ma il pontefice non lo farà. Credo che la strategia finale di questi settori non sia tanto quella di costringere Papa Francesco a lasciare, quanto di incidere sull’elezione del prossimo pontefice, creando le condizioni affinché il prossimo Papa non continui ad approfondire il cammino che Francesco ha invece indicato e intrapreso”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE