fbpx

Firenze, neonata morta abbandonata in un borsone

Cronaca

 

 

di F.Moretti

Agghiacciante scoperta avvenuta nella mattinata odierna nel Fiorentino, il corpicino senza vita di una neonata è stato rinvenuto avvolto in una coperta all’interno di un borsone abbandonato vicino al raccoglitore dei farmaci scaduti di una farmacia comunale. A trovare la piccolina sono stati gli impiegati della farmacia che hanno immediatamente avvisato i carabinieri. Avviate le indagini per risalire alla partoriente

A Campi Bisenzio, comune della città metropolitana di Firenze, all’interno di un borsone è stato rinvenuto il cadavere di una neonata. La macabra scoperta è avvenuta nella mattinata di oggi, 19 novembre, nei pressi di una farmacia comunale sita in via San Martino. A trovare il corpicino della neonata è stato proprio il personale della farmacia, probabilmente ad attirare l’attenzione degli impiegati è stata la vista del borsone abbandonato vicino al raccoglitore dei farmaci scaduti. Sarà stato terribilmente scioccante aprirlo e trovare avvolto in una coperta il corpicino esanime di una neonata con il cordone ombelicale ancora attaccato. Sono stati allertati immediatamente i carabinieri, sul luogo sono giunti anche il medico legale e gli esperti della scientifica. Avviata un’attività investigativa per risalire alla partoriente ed eventualmente a chi avrebbe potuto abbandonare la neonata nei pressi della farmacia. Dai primi rilievi svolti dai militari si sa che la piccola era di carnagione bianca, aveva ancora il cordone ombelicale attaccato, il suo corpo avvolto in una coperta non presentava evidenti segni di violenza. Da un primo esame medico la bambina sarebbe stata partorita al nono mese di gravidanza, e il parto sarebbe avvenuto poco prima dell’abbandono. Il magistrato di turno ha disposto l’autopsia sul cadavere allo scopo di accertare quando è sopraggiunta la morte, se dopo il parto oppure se la piccola è venuta alla luce già senza vita.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete:

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE