fbpx

Dall’inizio della legislatura il Movimento 5 Stelle ha perso 23 parlamentari

Politica italiana

A questi si aggiungono 5 eletti che hanno lasciato ancor prima di sedersi tra i banchi dei pentastellati. Gli ultimi due deputati hanno detto ‘addio’ nella giornata di martedì sono Michele Nitti e Nadia Aprile

parlamentari hanno lasciato m5s
GABRIELE MARICCHIOLO / NURPHOTO
Movimento 5 stelle

In tutto, dall’inizio legislatura, i gruppi del Movimento 5 stelle di Camera e Senato hanno perso 23 parlamentari, a cui si aggiungono 5 eletti che hanno lasciato ancor prima di sedersi tra i banchi dei pentastellati. Oggi altri due deputati hanno detto ‘addio’: sono Michele Nitti e Nadia Aprile, che lasciano il gruppo M5s alla Camera.

Includendo Nitti e Aprile, si può quindi calcolare che – fra espulsioni, dimissioni e defezioni per passare al gruppo Misto o ad altre forze politiche – dei 227 deputati conquistati alle elezioni del 4 marzo 2018, ne sono rimasti 208.

A guardare i nomi si va dal velista sardo Andrea Mura che, ‘accusato’ di troppe assenze, si è dimesso da parlamentare, a Matteo Dall’Osso approdato in Forza Italia, e a Sara CunialVeronica GiannoneGloria Vizzini ora nel Misto, e ancora Davide Galantino arrivato in FdI, fino alle fuoriuscite più recenti come quelle di Gianluca Rospi e Nunzio Angiola, senza dimenticare l’ex ministro Lorenzo Fioramonti. Hanno lasciato anche Massimiliano De TomaRachele Silvestri Santi Cappellacci, per un totale di 14 deputati.

Discorso a parte va fatto per Benedetti, Caiata, Cecconi e Vitiello, tutti eletti nelle liste M5s ma espulsi o che hanno lasciato i 5 stelle prima della costituzione in Parlamento dei gruppi. Quanto al Senato, il sito di palazzo Madama ad oggi conta 99 componenti del gruppo M5s.

Nella legislatura in corso, con percorsi e per ragioni diverse (alcuni sono stati espulsi), non fanno più parte del gruppo M5s Gregorio De FalcoSaverio De BonisPaola NugnesElena Fattori, e poi i senatori Ugo GrassiFrancesco Urraro Stefano Lucidi, questi ultimi confluiti nella Lega.

E ancora: Luigi Di Marzio passato al Misto e Gianluigi Paragone espulso qualche giorno addietro. Nove in tutto, a cui aggiungere i senatori Buccarella Martelli che, entrambi al secondo mandato, pu essendo stati eletti nelle file di M5s sono stati subito espulsi e si sono iscritti direttamente al Misto.

Sui numeri in Parlamento di M5s, è intervenuto nei giorni scorsi il blog delle Stelle smentendo, il 4 gennaio, vi sia mai stato un ‘fuggi fuggi’. “Da mesi si parla di una diaspora di parlamentari dal Movimento. A leggere i giornali, dal gruppo parlamentare del Movimento se ne stanno andando tutti. Eppure sapete quanti parlamentari ha eletto il Movimento 5 stelle nel 2018? 338. Sapete quanti sono andati al Misto o ad altri partiti? 20! Meno del 6% Un po’ pochini per una diaspora”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE