fbpx

Ami davvero la canzone italiana o te ne infischi ?

Eventi&Spettacoli

Auguri a Diodato.Il Corriere Nazionale difende la musica nazionale

ma il bellissimo show andato in onda…è tutta un’altra musica!

 

Artisti e artistoidi

Signore e Signori,

Musicisti e musicanti,

Autori e parolieri,

che lo sappiate o no

che lo accettiate o no

Sanremo nasce come : “il festival della Canzone italiana”

non come spettacolarizzazione dell’umano

come imposizione del trash

come vetrina della chirurgia plastica

come strumentalizzazione di canali TV.

In virtù della definizione di un concorso canoro

io me ne… INFISCHIO dei commenti urlati, poi postati,

che possano assecondare classifiche web e share attesi,

poiché nacque e resta il Festival della Canzone Italiana

e, se avessi cercato altro,

in virtù della mia Libertà d’individuo,

 sarei andato al Festival Biblico

(non leggo nessun Roberto B. tra gli ospiti dal 6 al 31 Maggio).

Perciò me ne INFISCHIO di come uno si vesta

di che orientamento sessuale si vanti,

di che colore abbia i capelli e i peli del…naso!

E’ quantomeno logico, se una rosa la definiamo Rosa,

che l’organizzazione mandi su un palco prestigioso

uomini e donne con capacità canore e interpretative

                  intonando i valori del Bel canto

(nazional-popolare è anche ciò che ascoltano i nostri figli).

Diversamente è come mandare al Festival della letteratura

chi legge solo Topolino o scrive sulla carta igienica!


E’ Musica, Maestro ? ! ? 

Messaggi ideologici e peripezie carnevalesche sul palcoscenico

sono di per se(legittimamente) asservite ad esigenze esterne all’Ariston,

ovvero assecondare poteri politici in bilico

e ingrassare le tasche delle elite discografiche.

Un tempo cercavamo la bellezza magica del mondo animale nei circhi!

Ma i circensi esaudivano soltanto il desiderio spicciolo del pubblico

di ridere per esorcizzare la realtà che non mandavamo giù.

I cantanti a San Remo non siano burattini del circo della frivolezza

E lo spettatore rivendichi il diritto di rifiutare il torpore della mediocrità

velata da lustrini e squilli di trombe.

Evviva la musica italiana, evviva i fiori di San Remo !

@giuScarlato

#CONDIVIDISECONDIVIDI

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE