fbpx

Ricciardi: il consigliere contro il Covid-19 che voleva affondare l’Italia

Politica italiana

WALTER RICCIARDI ISS

Vi fidereste di un comandante, o meglio un nostromo, che in passato avesse scritto di voler affondare la propria nave ? Io penso proprio di no. Eppure la Protezione Civile, quindi un dipartimento della Presidenza del Consiglio (leggi Conte) ha scelto come consigliere per il CoronaVirus uno che desiderava il fallimento dell’Italia.

Il professor Walter Ricciardi, ex membro dell’organizzazione Mondiale della Sanità, ISS ed ora Consigliere della Protezione Civile, avrà anche le qualità che gli hanno permesso di fare carriera in queste organizzazioni internazionali. Avrà anche i giusti agganci politici, ma si augura il fallimento dell’Italia.

Ecco un suo famoso tweet del 2018

Lo stesso tweet con il link

Walter Ricciardi@WRicciardi

credo che come per Grecia Portogallo Irlanda Spagna sia opportuno che gli Italiani sperimentino sulla loro pelle quello che “salvatori” come Amato Ciampi e Monti gli hanno finora evitato, solo provando quelle sofferenze potranno capire https://twitter.com/triolo_antonio/status/978702640627572736 

Antonio Triolo 🇮🇹@triolo_antonio

Eravate preoccupati? #statesereni, anche stasera, in televisione, avremo la #Fornero e #Monti a spiegarci come si garantiscono le pensioni e si risolve la crisi.
Seguirà un’intervista ad #Erode sulla sua proposta di legge per la tutela dell’infanzia… 😎

Visualizza l'immagine su Twitter
 
Quindi in un momento in cui l’Italia rischia veramente il fallimento a causa di una crisi di carattere medico ed esterno, un’epidemia gestita male, il consigliere è una persona che si augurava il fallimento dell’Italia.

Ci sorgono due domande:

  • vi affidereste ad un comandante, o nocchiero, che vole schiantarsi contro gli scogli?
  • Ricciardi insegna alla Cattolica di Milano, come Cottarelli. Della politica sociale cattolica non è rimasto proprio nulla? Cosa differenzia la Cattolica dalla Bocconi che, a confronto , sembra quasi più “Umana”?

A voi le risposte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE