fbpx

Covid- 19. Fogna rotta per i ricercatori di Roma

Cronaca

La notizia: “Acque di scarico, ‘spia’ di focolai Covid-19. Da una ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità emerge la possibilità di utilizzare le acque di scarico per rilevare la presenza del virus e controllare l’epidemia. I primi dati su Roma e Milano”.

Se qualche ricercatore di Roma avesse bisogno di acque di scarico per i controlli, anziché prelevare campioni dalle fogne, che è sempre, immagino, cosa un po’ scomoda, può recarsi in Via A. Mammucari, 25 (case di edilizia popolare), e avrà le acque di scarico a disposizione senza fatica. C’è una tubazione fognaria rotta, a cielo aperto, basta allungare una mano e si può raccogliere l’acqua sporca in un bicchiere. Gli inquilini hanno segnalato da molti mesi e più volte il guasto al Comune e si sono rivolti anche al Difensore Civico della Regione Lazio. Il guaio è che l’acqua sporca finisce nei sotterranei del palazzo, sotto i locali delle cantine e, stagnando, regala agli inquilini  nugoli di zanzare, d’inverno e d’estate, tutto l’anno, insomma. Senza contare topi e scarafaggi.

Carmelo Dini  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE