fbpx

Italia Viva con un “impresentabile” per il Sud

Puglia

“Curioso che Italia Viva abbia il coraggio di presentarsi in Puglia con Luigi Marattin, il presidente della commissione che ha approvato le variabili dummies nel calcolo dei fabbisogni standard. Ovvero quello scippo che avrebbe dovuto garantire alle città del Sud centinaia di milioni di euro in più all’anno”, a dichiararlo sono Gino Capozzo e Anna Lillo di Italia in Comune. Quest’ultima è la consigliera comunale di Altamura che ha presentato il ricorso al presidente della Repubblica grazie al quale la città murgiana ha ottenuto nel 2019 più di 700mila euro a causa di una prima timida revisione del meccanismo di calcolo dei fabbisogni delle città del Sud e della distribuzione del fondo di solidarietà. 

“Così come – scrivono in una nota Lillo e Capozzo – siamo severi nel mettere in guardia i pugliesi dal rischio di impoverimento che la “secessione dei ricchi”, l’autonomia differenziata voluta da Salvini e dai governatori del Nord, allo stesso modo chiediamo che si faccia luce delle responsabilità di alcuni esponenti del centrosinistra come Marattin. Se oggi Bari può contare su 54 milioni di euro in meno (176 a cittadino) e Taranto su 39 milioni (198 euro procapite) , come ha ricostruito Openpolis, la responsabilità è di chi ha inseguito le politiche leghiste a danno del Sud”.

 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE