fbpx

Liti tra governo e enti locali per far ripartire la scuola dopo il lookdown

Puglia

Dunque a quanto pare insieme ad altre faccende la lite strumentale tra il governo Conte e  i deleteri come sono strutturati enti locali riguarda il trasporto dei ragazzi ,e naturalmente sulle precise responsabilità se accade un focolaio grave in ambito scolastico. Faccio notare che almeno dalle mie parti CASTELLANA GROTTE e cosi in tutto il SUDEST BARESE, i ragazzi per le strade a tutte le ore del giorno fino a tarda sera giocano abbracciandosi, strattonandosi e fare altro che è una bellezza; fino ad ora non mi risulta che di fatto vi siano stati focolai da infezione COVID 19, ne durante il famoso look down ve ne siano stati. In precedenza si diceva che proprio per aver impedito che si aprissero le scuole e di aver fatto circolare i giovani per lungo tempo a fatto in modo che molti bambini e ragazzi si ammalassero e per questo abbiamo salvato quasi metà di una generazione, come purtroppo non abbiamo potuto fare con i vecchi specialmente in alcune zone del Paese; non ne parliamo nella LOMBARDIA.

Tutti dobbiamo sapere che di CORONA VIRUS generici sono pieni i bambini ,e per questo si pensa che comunque se non vi sono stati focolai enormi soprattutto negli Stati che non hanno chiuso le scuole, o lo hanno fatto ad intermittenza, è perchè quasi tutti i ragazzi almeno fino a 14 anni hanno maturato anticorpi generici al virus.Quindi alla luce di tutto questo, non si apprezza il motivo di queste liti da pollaio; a meno che non si tratta di liti a sfondo di bassa politica per far allarmare la gente, come lo si continua a fare con l’ uso delle inutili e pericolose d’ estate mascherine. solo per motivi reconditi economico speculativi.

Infine segnalo alle forze dell’ ordine un aumento vertiginoso di traffico tra motori di tutte le cilindrate, monopattini che sfrecciano in ogni dove senza rispettare le regole della strada, ma soprattutto la moda molto pericolosa che seguono molti ragazzi e persino bambini nel tentare su bici impennate da circo equestre mentre le piazze sono piene di adulti e altri ragazzi e bambini.

 
Mario Marzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE