fbpx

Cultura immobiliare, politica, economia. Progettare il futuro in emergenza covid

Arte, Cultura & Società

Il convegno ha avuto inizio con i saluti di Luca Montuori (Assessore all’urbanistica di Roma Capitale) che ha affermato che molto si è fatto e molto si sta facendo per dare risposte alle crescenti esigenze di un territorio urbano che non ha uguali nel Paese, sia per vastità, sia per complessità. Ha anche fatto presente che si può e si deve fare di più per migliorare la vita nella città di Roma Capitale anche grazie ai confronti e alle interlocuzioni proficue in materia di sostenibilità poste in essere, in particolare, con Marco Mari, consigliere delegato Re Mind e Vice Presidente Gbc Italia.

A seguire vi è stata la presentazione degli “Autori dell’Abitare” a cura di Paolo Crisafi (Presidente di Re Mind Filiera Immobiliare). Il Comitato è composto da accademici, esperti, persone che ricoprono e/o hanno rivestito ruoli istituzionali, nazionali o esteri, oltre che da esponenti della società civile e religiosa. La presidenza è ricoperta dal Prof. Alberto Petrucci e i componenti vengono consultati dagli organi di Re Mind per contributi di idee e opinioni per portare avanti le iniziative associative ed editoriali per il bene del Paese e in armonia con il Creato.

Hanno fatto seguito gli interventi dei diversi relatori con un focus inerente alla “Cultura dell’Abitare” in una visione multidisciplinare: Giuseppe Vadalà (Generale Arma dei Carabinieri – Commissario Straordinario di Governo Bonifiche Discariche Abusive) si è concentrato sull’ambiente e sulla difesa della natura attraverso una sana gestione dei rifiuti attuabile tramite la raccolta differenziata e una sana gestione delle discariche; Gabriele Scicolone (Presidente Oice – Consigliere Delegato Re Mind ai Rapporti con Roma Capitale), da tempo impegnato per la semplificazione di normative e procedure, tra le varie tematiche ha approfondito quella dei contratti di appalto e le problematiche e le possibili soluzioni al Dl Semplificazioni come condivise in ambito Re Mind e, quindi, ha riferito di interlocuzioni avvenute e in programma con le istituzioni; Massimo Santucci (Direttore Filiera Immobiliare, rivista online) già direttore di Polizia Moderna, ha raccontato le iniziative editoriali realizzate (Guida 2020 agli investimenti turistico-immobiliari in Italia) e le prospettive del 2021; Fabrizio Pistolesi (Segretario Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori), durante la riunione del Comitato Scientifico, ha trattato materie che sono il cuore della filiera sul versante dei professionisti impegnati a progettare nel rispetto dei vincoli architettonici, urbanistici, ambientali e ha posto l’attenzione su questo profilo del rispetto ambientale, del green building, della nuova consapevolezza di questi valori tra i professionisti; Franco Mencarelli (Consigliere della Corte dei Conto a.r. e Delegato Re Mind ai Rapporti con le PA) invece ha segnalato come la Pubblica Amministrazione debba continuare ad essere efficiente e maggiormente produttiva, per un sempre maggiore controllo di produttività in termini certi e veritieri anche attraverso lo stesso telelavoro tra i pubblici dipendenti che sembra aver funzionato negli ultimi mesi ma necessita di regolazione dei rapporti contrattuali secondo le nuove esigenze; Mauro Masi (Presidente Consap – Presidente Banca del Fucino) ha fatto presente l’opportunità di implementare la visibilità e la circolarità delle tematiche immobiliari così importanti per il Paese, riconoscendo nel contempo un ruolo centrale di Re Mind per la comunicazione istituzionale; Antonio Ciucci (Vice Presidente Acer Roma) ha riportato la sua esperienza diretta poichè da tempo si batte su tematiche care alle filiere immobiliare ed edilizia, prima tra tutte quelle della semplificazione delle procedure e della rigenerazione urbana; Dario Focarelli (Direttore Generale Ania) ha ripreso la tematica di Re Mind

Filiera Immobiliare sul versante assicurativo che si concretizza con la stipula e l’attivazione di protocolli e convenzioni assicurative per la sicurezza di impianti produttivi, fabbricati industriali e residenziali, strutture socio sanitarie pubbliche e private riservando particolare attenzione alla copertura di eventi catastrofali volendo riaffermare la vera cultura della tutela della persona umana contemperando a tutte le sue molteplici esigenze, non solo sanitarie ma in termini di welfare più allargato, in un momento come quello attuale caratterizzato da emergenze e nuovi bisogni; Alessandro Di Virgilio (Presidente Olimpia – Direttore Insurance Area Appalti Re Mind), con Olimpia, ha raccontato la sua esperienza positiva di crescita in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo oggi auspicando che questi margini ci siano anche sul versante assicurativo in relazione alla vicende immobiliari; Luca Dal Fabbro (Direttore Generale Inso SpA), a margine dell’iniziativa, ha affrontato le tematiche di economia circolare e dei profili inerenti le alternative a vecchi modelli di sviluppo che altrimenti potrebbero in qualche modo andare a discapito del Creato, riprendendo quanto detto da Crisafi in occasione dell’incontro con Papa Francesco, e più in generale all’ambiente: si è parlato quindi di fonti alternative, uso di nuovi materiali, protocolli energetici, sostenibilità energetica/ambientale, economia circolare; Barbara Casillo (Direttore Generale Aica) ha parlato di ricettività alberghiera e, più in generale, di turismo e vacanze, facendo la sintesi delle azioni positive contenute nei provvedimenti e segnalando la criticità del settore; Pierluigi Bartolomei (Direttore Generale Centro Elis) ha raccontato esempi virtuosi del servizio formazione professionale per inserire i giovani nel mondo del lavoro offrendo non solo preparazione professionale ma anche principi morali e valori etici, religiosi, utili non solo a lavorare bene ma anche a vivere con dignità e volontà di superare le difficoltà, un grande impegno che si traduce in una missione, ovvero quella di aiutare i giovani a superare le difficoltà del momento; infine Ivano Cincinnato (Psicoterapeuta e Direttore del Centro di Clinica e Formazione strategica di Roma) ha evidenziato come gli interventi della giornata siano stati altamente qualificati e nel contempo ricchi di umanità.

Alla fine dei lavori, si è posto l’accento su quanto sia importante al giorno d’oggi un “approccio olistico” che veda convergere obiettivi di sostenibilità e salubrità nelle politiche immobiliari del Paese coadiuvati dalle capacità dei singoli impegnati nell’organizzazione e pianificazione in un futuro costruttivo in questo stato di emergenza Covid.


One Reply to “Cultura immobiliare, politica, economia. Progettare il futuro in emergenza covid”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE