fbpx

Restituita dai Carabinieri alla Diocesi Lucca un’opera seicentesca di Giovanni Domenico Ferrucci

Arte, Cultura & Società

La preziosa tela era stata trafugata negli anni ’70 nella Chiesa dei
Ss.Vincenzo e Anastasio a Lucca”.E’ stata restituita dai Carabinieri per la tutela del patrimonio
culturale di Bologna alla Diocesi Lucca un’opera seicentesca di
Giovanni Domenico Ferrucci dal titolo  ‘Madonna con Bambino e i Santi
Crispino e Crispiniano’. Il dipinto a olio su tela, delle dimensioni
di 202×145 cm e risalente ai primi anni sessanta del seicento, era
stato illecitamente trafugato dalla Chiesa di Sant’Anastasio a Lucca
nel periodo successivo al 1977.

In una nota si spiega : “l’accurata
attività di indagine è partita dopo che i Carabinieri sono venuti a
conoscenza della vendita, presso una casa d’asta milanese, di una
notevole pala d’altare seicentesca di probabile provenienza toscana.
Meticolose verifiche hanno permesso di appurare che il dipinto, benché
fosse stato posto in vendita come opera di un artista ignoto del
Seicento, non era altro che il prezioso quadro realizzato nel 1662
circa da Giovanni Domenico Ferrucci per la Confraternita dei Santi
Crispino e Crispiniano e rimasto conservato fino al 1977 nella Chiesa
dei Ss.Vincenzo e Anastasio a Lucca”.

La cerimonia di consegna
si è svolta presso il Salone dell’Arcivescovado di Lucca, alla
presenza del Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del
Patrimonio Culturale (TPC) di Bologna, il Ten. Col. Giuseppe De Gori,
dell’Arcivescovo di Lucca, S.E. Mons. Paolo Giulietti, nonchè alla
presenza del Comandante Provinciale Carabinieri di Lucca, Col. Ugo
Blasi, e della funzionaria della Soprintendenza Archeologia Belle Arti
e Paesaggio per le Province di Lucca e Massa Carrara, Dott.ssa Neva
Chiarenza.

Christian Flammia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE