fbpx

Consentito recarsi nelle seconde case anche al di fuori della propria regione

Cronaca

In base al nuovo lockdown, in vigore da oggi che prevede 2 regioni rosse e 12 arancioni, si potranno raggiungere le seconde case anche fuori dalla propria regione. Il divieto di spostamento tra regione durerà fino al 15 febbraio, ma fonti di Palazzo Chigi hanno confermato che “è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione” e, a differenza dal decreto Natale, non viene specificato il divieto di recarsi nelle seconde case ubicate in un’altra regione, che si trovi in una regione in fascia gialla, arancione o rossa.

Attilio Fontana sta preparando il ricorso contro la decisione del governo di trasformare la Lombardia in zona rossa, mentre Nello Musumeci, governatore della Sicilia, ha accettato di buon grado la chiusura da lui invocata. Contraria alla trasformazione in zona rossa è la Provincia autonoma di Bolzano che preannuncia il ricorso. A rimanere in fascia gialla sono Campania, Sardegna, Basilicata, Toscana e Molise.

Da oggi fino al 5 marzo rimarrà il coprifuoco dalle 22 alle 5 e l’asporto dai bar fino alle 18. Nelle zone gialle potranno aprire i musei ma soltanto durante i giorni feriali e con accessi contingentati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE