fbpx

Sensazionale scoperta di frammenti biblici in Israele

Arte, Cultura & Società

Eccezionale ritrovamento di rotoli biblici in Israele da parte della Israel Antiquities Authority. Le porzioni di testo, scritte per lo più in greco, risalgono a 2000 anni fa e possiedono un altissimo valore storico. Lo ha dichiarato Marcello Fidanzio, professore di Ambiente Biblico alla Facoltà di Teologia di Lugano e direttore dell’Istituto di Archeologia e Cultura delle Terre Bibliche.

L’importantissima scoperta archeologica, avvenuta due giorni fa, è la più emozionante degli ultimi 60 anni. Una operazione di scavo condotta dalla Israel Antiquities Authority nel Deserto di Giuda, un territorio che si estende tra lo Stato di Israele e la Cisgiordania. I frammenti rinvenuti contengono porzioni dei dodici profeti minori, in particolare Zaccaria e Naum.

I lavori di scavo hanno riportato alla luce anche un antico nascondiglio di monete rare risalenti ai tempi di Bar-Kokhba ( il condottiero ebraico che tra il 132 e il 135 d.C. guidò la rivolta contro i romani), lo scheletro di un bambino di 6.000 anni fa, avvolto in un panno e mummificato, oltre a un cesto risalente a 10.500 anni fa, a detta degli esperti,  il più antico del mondo.

 

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE