fbpx

Vaccini e IV ondata a Natale! Scienziati vaneggiano?

Ambiente & Salute

di Roby Guerra

Questo è un commento eloquente di un lettore sull’articolo che focalizziamo  (su Il Giornale):

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/qui-si-rischia-quarta-ondata-e-lorizzonte-si-sposta-natale-1932358.html

“..quarta ,quinta,sesta ondata,ecc,ecc… Prima o poi ci libereremo di tutti questi pseudo scienziati?”

La narrazione del Covid 19 (al di là del virus, varianti comprese, pericoloso ma…) imperterrita continua la strategia pseudoscientifica del consueto terrorismo psicologico,  gettando discredito  sulla Scienza stessa e quindi offuscandone le sue tutt’oggi enormi potenzialità. 

Ecco infatti un altro luminare che sembra ignorare il principio di Heisenberg che riguarda anche gli scienziati:  la Rete sociale condiziona la falsa neutralità assoluta dei ricercatori, nella mente e persino negli esperimenti, un filtro di cui lo scienziato deve essere consapevole per neutralizzarlo.

Ad esempio il succitato esperto è presidente di un gruppo noto anche per l’associazione Medici con l’Africa, encomiabile sia ben chiaro, ma “filtro” sociale  che  distorce per forza la percezione soggettiva delle sue affermazioni.

A  parte sulle varianti più contagiose e più letali, dove l’esperto in questione afferma ciò non in modo relativo, ma con certezza sospetta, soprattutto sulla letalità che secondo altri colleghi è almeno controverso, quasi vaneggia  ipotizzando il prossimo  Natale, una quarta ondata (o magari X..), scritto (anche nel titolo) in caratteri romani in omaggio alla parallela dittatura, come con il fascismo.

Vale a dire, in lenta ma avviata vaccinazione, dal mese prossimo di massa, per Natale saremo tutti vaccinati, ma per l’ennesima ondata  pronosticata come astrologi, nuovi lockdown? Per fantascienza, fosse così,  dubito che gli italiani questa volta, una volta tutti vaccinati, non passino (per quanto poco libero sia il carattere nazionale) azioni rivoluzionarie contro Politici ed Esperti.

Poi, cita sempre il nostro esperto ricerche di Nature… pure sembra ignorare sempre da Nature, ricerche ancora recenti sugli asintomatici  non contagiosi, o di Science che confutano persino la strategia dei Lockdown, apparse e poi stranamente sparite sui media e nei dibattiti, troppo contrarie al mainstream o pensiero unico dominante sul Virus?

Insomma, i Media, anziché fare  almeno qualche lockdown proprio verso certi catastrofisti (figurarsi verso i  politici), censurandone l’informazione, per una gestione diversa della pandemia, selezionando i più  attendibili, continuano a essere collaborazionisti, complici del regime orwelliano in corso.

Nonostante, pochi sembrano notarlo, che nell’ultimo anno sono decedute in Italia, 100.000 persone per/con il Covid 19, ma 200.000 circa per tumori e altre 20.000 per Infarti, patologie del sistema circolatorio e ictus, per quest’ultime e i tumori cifre simili negli ultimi anni, pre virus. Quindi Lockdown per i tumori e per gli infarti?

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE