fbpx

Pandemie non autorizzate e gli italiani…

Cronaca

di Roby Guerra

Pasqua in lockdown per gli italiani, per iniziare almeno la vaccinazione di massa, da concludere a giugno dicevano… poi lockdown anche dopo Pasqua, i vaccini decollano sempre come annunci…. poi adesso da concludere a Settembre.

E i soliti esperti che paventano alla luce del sole, lockdown infiniti perché le varianti…. perché non ci sono prove che bastino i vaccini per l’immunità di gregge miracolosa (criterio per negazione davvero scientifico!), i soliti su tutto, mascherine, tamponi, vaccini , scandali all’italiana. Tutta questa narrazione, quando già in Primavera il Caldo comincia a uccidere il virus, almeno a ibernarlo paradossalmente, quando una “cura” per tutti sono l’aria aperta e il Sole , ma esperti, governi  e media obbligano ai Lockdown, al contrario, sono complici del virus. Draghi o Conte, protezione civile e generali (si ineccepibili, ma la Politica e la Mafia, non solo italiana, anche quella commerciale europea sui vaccini, ecc.), inclusi – e non dettagli – ricerche autorevoli che smentiscono persino l’efficacia dei Lockdown,  relativizzano le sedicenti varianti virus, segnalano sempre (nonostante il Main Stream demonizzante) la solita Svezia senza o quasi Lockdown, quindi in libertà o quasi, come modello mai imitato (almeno filtrato!) più funzionante e molto meno letale (Risultati in Libertà e Democrazia, “dettaglio” sempre rimosso dal Main Stream e i Media)!… dopo oltre 1 anno si segnala un grande mistero apparente che coinvolge anche i cosiddetti liberi cittadini, proprio gli italiani la propria mente sonnambula e silente, rassegnata…

I Governanti sono quello che sono, ci penseranno prima o poi gli storici e magari anche i magistrati a dire la Verità su quest’epoca dittatoriale e criminale di stato, idem per i media quasi tutti collaborazionisti, tuttavia il carattere nazionale è sempre quello: per paura (terrorismo psicologico) nella più comprensibile delle motivazioni e secondo non banali intellettuali come Fusaro, persino Cacciari, o in modo molto analitico e probabile Pizzuti con Pandemie non autorizzate, che svela strutturalmente (dopo altri autorevoli)  la sorgente ai massimi livelli dei poteri forti (come ben spiega Pugliesi su Il Giornale).

Ma purtroppo anche per servilismo e scarso amore per la libertà. Ripetiamo dopo oltre un anno nonostante l’incredibile narrazione del virus governativa e mediatica (gli italiani, 7 su 10 s’informano solo sui tg nazionali), nonostante la letalità del virus inferiore alla metà per tumori e infarti malattie circolatorie (che al massimo giustifica restrizioni dinamiche a seconda del flusso naturale ciclico del virus, figurarsi in Estate se non relativamente minime e miratissime) nessun segnale concreto di massa rivoluzionario. Poi tutto l’anno a inneggiare a legittimissimi- ma contradditori come minimo- Giorni della Memoria , Giorni del Ricordo, a denunciare neofascismi minoritari e semi innocui, per le dimensioni.

Una tantum proteste di questa o quella categoria commerciale, ecc., ma la rivoluzione è solo una testa decapitata senza rivoluzione.  E hanno già distrutta l’economia in Italia, neppure la miseria incombente sveglia un popolo che dimostra già non solo il fallimento di una nazione ma la sua eutanasia in atto. L’Italia è morta, dopo Dio è morto. Poi, magari e ce lo auguriamo, all’improvviso come tutte le rivoluzioni, all’improvviso, come qualche meteorite metaforico, la Storia rivelerà, magari come la caduta di Caecescu in diretta televisiva durante l’ultimo comizio al popolo, il risveglio degli italiani, il ritorno alla democrazia.  Allo stato attuale però, con persino le nuove generazioni (sempre da loro nella storia  le rivoluzioni) sonnambule e silenti,  al massimo protestano per la scuola, come protestare per la  mancanza di un rossetto durante un attacco nucleare anziché salvarsi (?) nel bunker alla velocità della luce, non ci sono tracce concrete del Futuro!

 

https://www.macrolibrarsi.it/libri/__pandemie-non-autorizzate.php

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE